“Erano in tanti. Adesso voglio solo dimenticare”

156819596 e1353589693790 Erano in tanti. Adesso voglio solo dimenticare

Foto Getty Images

LA GAZZETTA DELLO SPORT (M. Calabresi). La “rosea” fa il punto della situazione del tifoso inglese gravemente ferito mercoledì scorso a Campo dei Fiori. “Ashley Mills era e resta fuori pericolo”. Ieri mattina è stato operato poichè la tac aveva “evidenziato una tumefazione all’altezza dell’arteria femorale recisa dalla coltellata”. Il prof. Piergiorgio Cao, che ha eseguito l’operazione, ha detto: “Il ragazzo è in prognosi riservata e ci rimarrà almeno per le prossime 24 ore. Ho parlato a lungo con lui, era scioccato emotivamente; al fratello e agli amici, invece, ho chiesto scusa a nome della comunità romana”. 

Bradley Mills, insieme ai tre compagni di viaggio resteranno a Roma fino alle dimissioni di Ashley. “Aspettando di lasciare l’Italia «e di mettere alle spalle tutto quello che è successo», Ashley ripercorre (con più lucidità rispetto alle ore successive l’aggressione) quanto successo fuori dal Drunken Ship: «Adesso non ho paura, ne ho avuta molta di più in quel momento — spiega —. È successo tutto molto in fretta, siamo stati presi di sorpresa. E credo di essere stato accoltellato più di una volta. Quanti erano? Tanti. Ero venuto a Roma soltanto per vedere la partita e mi sono ritrovato in ospedale, se avessi saputo che potevano esserci pericoli di questo genere me ne sarei rimasto a casa. Era la prima volta che seguivo il Tottenham all’estero, ma non sarà l’ultima». In Italia forse sì.

Commenta l'articolo con il tuo account Facebook