APPROFONDIMENTI. Giocatori a confronto

APPROFONDIMENTI. Giocatori a confronto

Nell’anticipo della 37a giornata di campionato, la Lazio ospita il Genoa dell’ex Ballardini. Mister Edy Reja, per questo fondamentale match contro i rossoblu, potrà contare su Stefano Mauri, che ha scontato i due turni di squalifica e torna ora a disposizione della squadra. Ecco un confronto tra il centrocampista della Lazio e della Nazionale e l’argentino Rodrigo Palacio…

(foto Getty Images)

Mauri vs. Palacio (Lazio-Genoa)

La sfida dell’Olimpico ci pone di fronte a due squadre che, a questo punto della stagione, hanno stimoli completamente diversi: la Lazio sa di aver compromesso l’accesso alla Champions e deve cercare di ottenere 6 punti in queste ultime due gare, sperando in un passo falso dell’Udinese; mentre il Genoa ha concluso da tempo il suo campionato, arricchito dall’ultima vittoria nel derby della Lanterna che potrebbe valere la serie B per gli odiati cugini blucerchiati.

I biancocelesti per conquistare la vittoria si affideranno ai piedi e alla capacità di inserimento in zona gol di Stefano Mauri. Il centrocampista brianzolo tornerà infatti disponibile dopo le 2 giornate di squalifica che gli sono state inflitte per l’espulsione rimediata nella sconfitta contro l’Inter. Non è un caso che i capitolini nelle ultime due partite abbiano messo a segno solo un gol e prodotto pochissime trame offensive: l’intelligenza tattica e il movimento senza palla, che non da punti di riferimento agli avversari, sono le caratteristiche principali di Mauri e quando lui non c’è, tutto l’attacco ne risente. Questa è stata una delle migliori annate per il centrocampista laziale che, oltre ad essere diventato un punto fermo della Nazionale di Prandelli, ha anche collezionato 6 gol e 9 assist.

In casa genoana l’imprevedibilità al gioco offensivo è garantita da Rodrigo Palacio. Per l’attaccante argentino, quella con la Lazio è una partita dal gusto particolare: prima di approdare a Genova, Rodrigo era stato cercato insistentemente dai biancocelesti, ma come di consueto Lotito ha tirato troppo per le lunghe la trattativa e alla fine il Genoa è riuscito a far suo il folletto argentino. Giunto alla sua seconda stagione italiana, Palacio si sta confermando su buoni livelli, abbinando una buona velocità ai suoi dribbling ubriacanti. Non è la classica punta da 20 gol a stagione, ma il suo contributo sotto porta lo fornisce sempre, non a caso in questi due anni ha messo a segno 14 gol (7 nel 2009/2010,7 in questo campionato) e fornito  12 assist.

D.G.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.