RITIRO. Da Cavanda a Makinwa, l’analisi degli ‘Esclusi’

RITIRO. Da Cavanda a Makinwa, l’analisi degli ‘Esclusi’

Con l’arrivo di Stankevicius ad Auronzo si supearano i 30 giocatori…

Cavanda, Diakite, Scaloni, Zauri, Garrido, Del Nero, Foggia, Makinwa. Questa è la lista degli 8 ‘esclusi’, quelli che ieri sono rimasti a bordocampo a guardare i compagni disputare la partitella undici contro undici. I giocatori citati sono quel surplus che la Lazio non può permettersi e che deve cercare di piazzare a ogni costo. A loro si va ad aggiungere Sergio Floccari che, con l’imminente arrivo di Djibril Cissè, dovrà necessariamente trovare una sistemazione altrove, molto probabilmente a Parma, viste anche le ultime dichiarazioni di Ghirardi, che continua a dire: «Il giocatore ci piace, sarebbe importante per noi averlo». E’ atteso ad Auronzo anche Marius Stankevicius, che stamattina ha disputato le visite mediche e ora è a Formello per firmare il contratto. Un altro che arriverà a breve in ritiro è Libor Kozak, che ha goduto di qualche giorno di vacanza in più causa Europei.

Tornando agli 8 ‘esclusi’, per molti di loro si prospetta un futuro lontano dalla Lazio. Luis Cavanda è stato portato in ritiro per essere inserito nella lista Uefa, ma la concorrenza sulle fasce si è fatta spietata e rischia di non vedere mai campo. Stesso discorso vale per Diakitè, che con l’arrivo di Lulic, Konko e Stankevicius rimane al margine della squadra: tuttavia, il francese piace molto a Lotito e Tare, quindi per lui è più probabile un trasferimento in prestito. Lionel Scaloni è un jolly importante in campo e fuori, ma anche per lui trovare spazio sarà difficile; probabilmente resterà per poi tornare in Argentina a fine anno, quando il suo contratto scadrà. Luciano Zauri non è stato riscattato dalla Sampdoria ed è tornato in biancoceleste, però proprio un ex blucerchiato potrebbe soffiargli il posto, anche in panchina. Infatti, il terzino lituano che oggi raggiungerà la squadra, è un giocatore dalle caratteristiche simili all’ex capitano della Lazio, ma probabilmente verrà preferito a quest’ultimo per la sua maggiore freschezza. Andando avanti, c’è Garrido da piazzare: il giocatore ex Manchester City piace in Spagna e probabilmente sarà quella la sua destinazione. Del Nero è un altro calciatore che non è mai riuscito a ritagliarsi un posto da titolare, anche se quando è stato chiamato ha sempre risposto presente; si attendono offerte per lui. Il capitolo Pasquale Foggia si trascina da un po’. Il partenopeo piace a molte squadre italiane, il Cesena di Gianpaolo in primis, ma il suo stipendio elevato frena le pretendenti; se non scenderà a compromessi sarà difficile trovargli una sistemazione e ancora più difficile sarà trovargli spazio in campo. Infine, Makinwa: l’attaccante nigeriano piace in America, ma anche in Cina e un suo trasferimento intercontinentale non è da escludere, anzi.

 

Linda Borgioni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here