RITIRO. REJA: «Zarate? E’ un giocatore importante, troverà spazio»

RITIRO. REJA: «Zarate? E’ un giocatore importante, troverà spazio»

Il tecnico goriziano parla al termine dell’amichevole vinta 16 a 0 dalla Lazio…

(foto Getty Images)

La prima amichevole stagionale, le impressioni di mister Edy Reja raccolte dai cronisti presenti ad Auronzo, tra cui noi di Lazionews.eu. «E’ stata una galoppata piacevole, non puoi pretendere brillantezza, siamo agli inizi. Dalla trequarti in su c’è grande qualità e si vede». Oggi è arrivato Djibril Cissè, come lo vede?: «Cissè non è a digiuno di preparazione, ci sarà tempo per inserirlo al meglio». 4 gol in 20 minuti, poi il quinto: un grande inizio di Klose: «Lo conosciamo tutti, ha sempre visto la porta, ha sempre fatto gol. E’ un acquisto importante. Lo vedo anche in allenamento, si stacca dalla marcatura, si allarga, è un giocatore completo». Quale sarà la nuova Lazio,? Anche oggi ha cambiato modulo tra primo e secondo tempo: «Io non cerco moduli, cerco di mettere i giocatori nel modo giusto. Nella ripresa abbiamo giocato con Sculli e Zarate esterni, ma è il loro ruolo. Abbiamo tante alternative e così cerchiamo di non essere prevedibili. Cambiando modulo in corsa puoi avere più opportunità di far bene» Visti tutti gli acquisti fatti, quale sarà il ruolo di Zarate?: «E’ un giocatore importante, troverà spazio sicuramente, come tutti gli altri. E’ chiaro che sono tanti gli attaccanti e qualcuno dovrà trovare un’altra soluzione.» E Lulic come lo vede?: «Per lui è uguale giocare sia a destra che a sinistra. E’ un giocatore prevalentemente offensivo, più di Radu; penso di provarlo nel modulo a 4 a centrocampo. Sono soluzioni che verificheremo nei test più importanti.» Una costante in questi primi giorni di ritiro è la posizione di Mauri e Hernanes: «Hernanes lo ha fatto anche l’anno scorso, Mauri è bravo ad attaccare gli spazi. Possono anche giocare insieme. Sono due giocatori importanti e di volta in volta dovremo trovare delle soluzioni. Vanno fatte delle scelte. Ma la rosa deve essere adeguata per essere competitivi sui tre fronti. Basta che i giocatori capiscano che c’è la concorrenza e la vivano bene.» I giocatori dovrebbero scendere a 25?:« Sì quello sarebbe il numero giusto. C’è ancora tempo, ma alcuni giocatori vanno sistemati diversamente.»

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.