PREZIOSI: «Konko è un buon acquisto, Zarate rimarrà alla Lazio»

PREZIOSI: «Konko è un buon acquisto, Zarate rimarrà alla Lazio»

Il presidente del Genoa parla del giocatore francese che è passato dal club ligure alla Lazio…

(foto getty images)

Preziosi interviene ai microfoni di Radio Radio e parla anche del nuovo acquisto della Lazio, Konko, che ha lasciato proprio il suo Genoa. Il presidente dei rossoblu descrive le caratteristiche tecniche del francese: «Nasce come terzino destro, ma può fare anche uno dei due a centrocampo. Sia Gasperini che Ballardini lo hanno usato in entrambi i ruoli. Ma il suo ruolo naturale è comuque quello di terzino destro. Ha caratteristiche diverse a quelle di Lichtsteiner perché a differenza dello svizzero può ricoprire diverse posizioni in campo.» I dubbi su Konko riguardano soprattutto le ultime stagioni, che il giocatore non ha disputato da titolare: Preziosi non ci sta. «Ha giocato poco in questi ultimi anni? Non è vero. Con il Siviglia ha giocato anche in Champions e ha disputato 25 partite con una squadra ad alti livelli. Negli ultimi 3 anni ha fatto più di 70 partite.» E i suoi problemi fisici? «Ma quali problemi? Ha un fiato che pochi giocatori hanno, basta vederlo nei test, è sempre uno dei migliori. Se avessi avuto qualche dubbio su Konko non l’avrei mai consigliato alla Lazio visto il rapporto di amicizia che mi lega con il presidente Lotito. Anche quando ho dato Biava e Floccari alla Lazio l’ho fatto in un momento particolare per il club biancoceleste proprio in virtù di questo rapporto.». A Preziosi viene chiesto un commento anche su Zarate, giocatore che lui apprezza molto e che in questi giorni viene dato come partente:«Se Lotito dovesse vendere l’argentino chiederebbe un prezzo molto alto, intorno ai 25 milioni, e credo che questo sia un ostacolo. Credo che la Lazio lo terrà sia perché è un ottimo giocatore, sia perché poche squadre possono permettersi queste cifre.»

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.