SCOPRIAMO FEDERICO MARCHETTI

SCOPRIAMO FEDERICO MARCHETTI

Scopriamo Federico Marchetti, il portiere ventottenne che difenderà la porta biancoceleste nella prossima stagione

(Foto Getty Images)

GLI INIZI

Il numero uno di Bassano del Grappa inizia la sua avventura calcistica come attaccante per il suo buon tiro e solo successivamente si riscopre portiere.  La prima maglia che veste è quella del Bessica, formazione della provincia trevigiana, per poi approdare nelle giovanili del Torino. Dopo una stagione disputata con la Pro Vercelli, passa al Crotone, in Serie C1, e poi al Treviso e al Torino, squadre con le quali gioca campionati di Serie B. In seguito torna alla Pro Vercelli, ma solo per un breve periodo, al termine del quale approda alla Biellese. Nel 2006 il suo cartellino viene acquistato per 500 euro dall’Albinoleffe, società che milita nella serie cadetta. Nella stagione 2007-2008 compie il definitivo salto di qualità, difendendo al meglio la porta della squadra della provincia bergamasca e diventando titolare. Poco prima dei playoff è costretto a operarsi al gomito, ma riesce ugualmente a recuperare giusto in tempo per giocarli; sfortunatamente a nulla serve il suo sacrificio perché l’Albinoleffe viene sconfitto in finale dal Lecce.

(foto Getty Images)

LA SERIE A. IL CAGLIARI

Nella stagione sucessiva, Marchetti fa il suo debutto in Serie A. Il Cagliari, infatti, lo preleva con la formula del prestito con diritto di riscatto della comproprietà, fissato a 2.500.000 di euro. Nella massima serie italiana si conferma essere uno dei più prommettenti portieri in circolazione e nel giugno 2009 la società rossoblu decide di riscattare l’intero cartellino del giocatore per una cifra che si aggira intorno ai 4,5 milioni di euro.

I riconoscimenti non tardano ad arrivare. Il 22 ottobre 2009 viene premiato come miglior portiere per la stagione 2008-2009. Molti club italiani ed europei lo cercano, ma nessuno riesce ad accordarsi né con il giocatore né con la società sarda e così Marchetti resta un altro anno a Cagliari.

IL ‘CASO-MARCHETTI’

Nell’estate 2010 comincia il calvario per il portiere veneto. Il 27 luglio viene messo sul mercato dal Cagliari ma, alla chiusura del calciomercato, l’estremo difensore 28enne non riesce a trovare un acquirente e diventa il terzo portiere della rosa rossoblu. A scatenare il “caso-Marchetti” è stata una frase del portiere che aveva dichiarato “Ho sperato nell’opportunità Samp”. Queste parole non sono andate giù al presidente del club sardo, Massimo Cellino, che in seguito si è anche scontrato verbalmente con il procuore nel giocatore.

(Foto Getty Images)

LA NAZIONALE. I MONDIALI IN SUD AFRICA

Nel pieno del caos scoppiato in terra sarda, Marchetti parte con la Nazionale italiana, destinazione Sud Africa. Il portiere veneto aveva fatto il suo esordio con la maglia azzurra il 6 giugno 2009 (amichevole Italia-Irlanda del Nord 3-0) e a distanza di un anno si presenta al Mondiale come vice di Gigi Buffon. Il 14 giugno 2010 viene chiamato a sostituire il numero uno della Juve, infortunatosi nella gara contro il Paraguay, prima gara del girone terminata 1-1. Partito dalla panchina, si troverà a dover disputare le seguenti partite da titolare.

La sfortunata gara contro la Slovacchia, che sancisce l’uscita dell’Italia dal Mondiale, è l’ultima partita giocata da Federico Marchetti, fino ad oggi. Infatti, nel campionato 2010-2011, il giocatore viene tenuto fuori rosa per volere del presidente Cellino. Lasciare la società sarda vorrebbe dire tornare a vivere per il portiere veneto. «Che cosa ho provato passando dai Mondiali ad essere fuori rosa? Per uno che è andato via di casa a 14 anni, ci sta tutto. L’importante è non mollare. Con la professionalità e i sacrifici, i valori e la verità vengono sempre a galla». Queste le parole rilasciate dal promettente portiere italiano a La Gazzetta dello Sport. La Lazio lo attende a braccia parte, per continuare a crescere insieme.

LA CARRIERA DI FEDERICO MARCHETTI

[table “59” not found /]

Linda Borgioni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here