SCOPRIAMO MARIUS STANKEVICIUS

Marius Stankevicius nasce il 15 luglio 1981 a Kaunas, cittadina lituana di 380 mila abitanti. E’ alto 1,90 e pesa 85 Kg.

Nasce calcisticamente nell’Ekranas, squadra di Panevėžys, vincitrice nella storia di 6 campionati lituani. Nella squadra rossoblù gioca dal 1998 al 2002 per quattro stagioni, disputando 87 presenze e firmando tre reti.

Nel 2002 viene scoperto da Carletto Mazzone, che lo porta al Brescia. Durante il primo anno trascorso con le rondinelle, Marius gioca 2 partite. Nel secondo campionato in Lombardia, viene prestato al Cosenza in serie B, con cui retrocede in C1. In Calabria timbra 8 presenze.

Nel 2003 torna a Brescia, con cui disputa 3 partite nell’Intertoto. In questa stagione Stankevicius ha giocato accanto a Roberto Baggio e al suo attuale compagno di squadra, Stefano Mauri.

L’anno successivo il lituano vive la stagione della consacrazione, disputando ben 33 presenze, condite da 3 reti. Le ottime prestazioni di Mariusi non evitano la retrocessione delle rondinelle, che vengono castigati nell’ultima giornata nello scontro diretto contro la Fiorentina.

Tra il 2005 e il 2008 Stankevicius conosce la serie B, diventando uno dei difensori più forti della categoria cadetta. Sia Zeman, che  Somma e Cosmi puntano enormemente sull’esterno di Kaunas, che si adatta a giocare sia a destra che a sinistra.

Il 31 luglio 2008 viene siglato il suo passaggio dalle rondinelle alla Sampdoria per 3 milioni di euro. Nel Brescia sarà per sempre ricordato come lo straniero con più presenze, ben 156 apparizioni.

Con i blucerchiati fa il suo esordio il 30 agosto contro l’Inter. Il primo gol viene siglato contro il Lecce. Aneddoto particolare: il suo esordio in Coppa Uefa avviene contro i suoi concittadini del Kaunas. Nel 2008 viene poi eletto giocatore dell’anno lituano, superando il livornese Danilevicius.

Il suo secondo gol con la maglia della Samp lo firma proprio alla Lazio, il 28 gennaio 2009.

Nel 2009 vince per il secondo anno consecutivo il premio di calciatore lituano dell’anno, precedendo Semberas, del CSKA Mosca.

Il 6 gennaio 2010 si trasferisce in prestito al Siviglia, con cui gioca 16 partite nella Liga e 2 nella Champions League. Il club andaluso non esercita però il diritto di riscatto, fissato precedentemente a 3 milioni di euro.

Dopo un rapido ritorno estivo  alla Samp, con cui disputa la gara di ritorno dei preliminari di Champions contro il Werder, l’ultimo giorno di mercato si accasa a Valencia, con cui gioca, partendo spesso dalla panchina, 21 partite, con 2 gol segnati.

Con la maglia della Nazionale lituana è sceso in campo per 57 volte, andando a segno in 5 occasioni.

 

(Tutte le foto sono di Getty Images)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here