CALCIOSCOMMESSE. SIGNORI: «Sono ottimista, ma provato da questa vicenda»

CALCIOSCOMMESSE. SIGNORI: «Sono ottimista, ma provato da questa vicenda»

L’ex bomber biancoceleste parla all’indomani della revoca degli arresti domiciliari…

(foto Getty Images)

Dalla sua casa di Bologna, Beppe Signori si dice «ottimista» nei confronti dell’esito del procedimento penale del tribunale di Cremona sul calcioscommesse, «sereno e tranquillo» in attesa degli eventi, «felice» per l’avvenuta revoca dei domiciliari« eppure »provato da questa vicenda. Signori ha anche aggiunto che la sua condizione di indagato non lo spaventa, vista la sua «perentoria dichiarazione di completa innocenza». Il pool difensivo – sostiene la nota della portavoce dell’ex bomber biancoceleste – «sulla base esclusiva dell’ordinanza di custodia cautelare della procura di Cremona ha sempre rilevato una non comprovata responsabilità di Beppe Signori, ma solo una rappresentanza d’ufficio degli atti portati dall’accusa». «Per questo motivo – ha spiegato l’avvocato Silvio Caroli – attendiamo l’eventuale processo penale per dimostrare con prove nuove ed univoche l’assoluta innocenza di Signori e l’estraneità ad ogni condotta illecita». BeppeGol «.Beppe Signori ha voluto anche cogliere l’occasione per ringraziare il suo pool difensivo, composto da Silvio Caroli, Alfoso De Amicis, Francesco Napolitano e Ugo Vittori, per la strategia difensiva condotta.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here