FOCUS. Sta nascendo la nuova Lazio, scopriamola

FOCUS. Sta nascendo la nuova Lazio, scopriamola

Come è cambiata la squadra biancoceleste rispetto alla scorsa stagione…

La Lazio si è radunata ad Auronzo da una settimana ormai e, come non accadeva da anni, la squadra del futuro è praticamente fatta. Ci sono da risolvere le questioni dei giocatori in uscita, ma manca un mese e mezzo alla fine del calciomercato e c’è tempo per limare gli ultimi dettagli e regalare a Reja una rosa congrua alla stagione che verrà.

Quello che appare chiaro da questo primo mese di campagna acquisti è la volontà della società di rinforzare la squadra e di farlo attraverso l’innesto di giocatori di qualità, ma anche capaci di dare maggiore esperienza e personalità al gruppo. E, come lo stesso Reja ha sottolineato oggi, per ora l’obiettivo è stato raggiunto. Certo, è stato necessario vendere un giocatore come Lichtsteiner, che ha sempre dato il 110% per la maglia biancoceleste e che tutti i tifosi amavano: ma la filosofia di Lotito lo ha sempre portato a cedere chi chiede di essere ceduto e se nelle casse entrano anche 10 milioni di euro, tanto di guadagnato. Tanto più che il ruolo lasciato scoperto dallo svizzero è stato subito coperto dall’arrivo di Konko e Stankevicius. L’ex genoano viene da tre stagioni altalenanti, ma il suo primo anno in Liguria è stato esaltante e si spera che anche alla Lazio possa fare bene. L’ex doriano ha vestito la maglia del Valencia nella scorsa stagione e ha totalizzato 21 presenze mettendo a segno 2 gol; è un calciatore che può ricoprire molte parti del campo e può quindi tornare utile nel momento del bisogno. Per quanto riguarda la fascia sinistra, dopo l’importante rinnovo di Stefan Radu, è stato acquistato Lulic, un giocatore potente e veloce che ricorda molto Kolarov e che come lui può giocare sia da terzino che da esterno di centrocampo. La coppia centrale di difesa, che nella scorsa stagione è stata più che efficiente, potrebbe essere ulteriolmente rinforzata dall’arrivo di Réver, che risulterebbe utile per dare respiro a Biava e Dias soprattutto in vista del triplo impegno. Passando alla questione portiere, è partito Muslera, destinazione Galatasaray, ma è arrivato Federico Marchetti, un numero uno di tutto rispetto che già nei primi giorni di ritiro sta impressionando positivamente e che giocando con continuità potrebbe riguadagnare la maglia Azzurra. Se la Lazio ci ha guadagnato sarà il tempo a dirlo, ma intanto si può dire che ha fatto un investimento importante in merito.

Passando al centrocampo, l’acquisto che spicca è quello di Lorik Cana. Il giocatore di origini kosovare è un leader nato: capitano dell’Olympique Marsiglia, del Galatasary e della Nazionale albanese, fa della forte personalità la sua grande qualità. Alla Lazio lo scorso anno si chiedeva maggiore cinismo e maggiore cattiveria sportiva: di certo l’acquisto di questo centrocampista va in quella precisa direzione. E lo stesso si può dire delle scelte fatte in attacco. L’arrivo di Klose e Cissè non solo porta esperienza e personalità in casa biancoceleste, ma permette anche al club di avere quella visibilità internazionale che era mancata negli ultimi anni. Con il giocatore francese si aggiunge anche quel tocco di eccentricità che piace ai tifosi, ma che, con grande stupore di tutti, esce dai canoni stabiliti da Claudio Lotito negli scorsi anni. Infatti, il presidente della Lazio ha sempre parlato di 3 parametri che i giocatori dovrebbero avere per prendere parte al progetto della società: per quanto riguarda la tecnica, ci siamo; sulla moralità, qualche dubbio sorge se in questa qualità si fa rientrare un comportamento pacato e fuori dalle righe; per non parlare, poi, della compatibilità economica, che richiede un capitolo a parte. Infatti, negli ultimi anni la Lazio ha incentrato la campagna acquisti su giocatori pressoché sconosciuti, pagandolo poco e guadagnandoci molto una volta venduti; ora, invece, la società ha puntato su dei campioni navigati, ai quali vanno pagati stipendi che escono fuori dai parametri ai quali ci ha abituato Lotito. Staremo a vedere se questa nuova scelta si rivelerà vincente: intanto, l’entusiasmo è alle stelle per le ‘Lion Noir’ e, visti i rapporti nelle ultime stagioni, non è poco.

 

Linda Borgioni

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here