LAZIO-GENOA 4-2. REJA: «La Champions? Io ci credo, domani mi metto in poltrona»

LAZIO-GENOA 4-2. REJA: «La Champions? Io ci credo, domani mi metto in poltrona»

Il tecnico biancoceleste si presenta ai microfoni di Sky al termina della gara vinta contro i rossoblu…

(foto Getty Images)

Cos’è successo tra il primo e il secondo tempo?

Nel primo tempo la squadra era molto contratta, non si riusciva a giocare. Ho detto semplicemente: “ragazzi, cerchiamo di aumentare il ritmo, perché giocando così rischiamo di buttare via un’intera stagione”. C’era un po’ di delusione in settimana, posso capirlo, perché c’era la paura di non riuscire a centrare l’obiettivo, della Champions e dell’Europa League. Nel secondo tempo i ragazzi hanno trovato una reazione. Bisogna crederci fino in fondo.

Quanto crede ancora nella Champions?

Io ci credo, fino in fondo, anche se c’è la partita contro il Lecce che non sarà certamente una partita facile, perché loro lotteranno per rimanere in Serie A. Mi auguro che la vittoria di oggi ci possa dare una carica ulteriore, ci galvanizzi, perché veniamo da tre sconfitte.

Rocchi: un giocatore molto sfortunato in questa stagione, oggi è stato decisivo. È quel bomber che a lungo la Lazio ha inseguito?

Era sicuramente un giocatore che poteva darci una mano in questo finale di campionato. In questo mese finale è successo un po’ di tutto, tra squalifiche, infortuni, ho dovuto cambiare 6-7 undicesimi tra una gara e l’altra, c’è girata un po’ male, c’erano tante cose che ci giravano contro. Adesso auguriamoci che questa squadra possa centrare almeno l’Europa.

Domani guferà?

No, mi metterò lì in poltrona e aspetterò, non mi piace gufare, però se venisse qualche risultato positivo da Verona o da Catania ne sarei particolarmente felice. Ci sono tante combinazioni che possono capitare. Non ci sono partite dal risultato scontato in questo campionato. Ho fiducia soprattutto nello sport.

 

Il rapporto con l’ambiente e i fischi possono influenzare la decisione sul suo rinnovo di contratto?

Ho parlato con Lotito un mese fa, ho detto che quando finisce il campionato ci sediamo, gli ho dato la mano, sono disponibile, sotto questo punto di vista non c’è problema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.