Ledesma: “La Lazio mi manca sempre di più. Keita? Da laziale spero che rimanga.”

LEDESMA LAZIO – Dopo le parole di Rocchi e Mauri, ora tocca ad un altro storico capitano della Lazio, Cristian Ledesma. L’ex centrocampista biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Tmw Radio. L’auttale calciatore della Ternana ha giocato con la squadra capitolina dal 2006 al 2015, giocando 318 partite realizzando 14 gol. Ha vinto anche 3 trofei con la Lazio, due nel 2009 (Coppa Italia contro la Samp, Supercoppa contro l’Inter) e uno nel 2013, la storica vittoria contro gli acerrimi rivali della Roma in finale di TIM cup. Ecco le principali dichiarazioni riportate dalla Redazione di Lazionews.

SU PALOMBI IN PRESTITO ALLA TERNANA – “Se la Lazio punta su di lui io gli consiglierei di andare ad occhi chiusi. Se invece dovesse tornare per fare numero, gli direi di restare in B. L’importante comunque per lui è stato quello di giocare questa stagione e crescere, rapportandosi con il calcio professionistico”.

SU LIVERINI ALLENATORE – “Il suo apporto è stato fondamentale. Lo paragono un po’ a Reja, quando è subentrato a Ballardini. Così come allora, alla Ternana Liverani ha portato tranquillità ed è stato molto bravo a gestire una situazione difficilissima. Eravamo quasi rassegnati”.

FASCIA DA CAPITANO –  “Mi hanno fatto capitano alla prima partita e io ne sono stato orgoglioso. Mi sono assunto quella responsabilità, per me è stato gratificante”.

SULLA FINALE DI COPPA ITALIA –  “La Juve è al di fuori della portata di qualsiasi squadra. Sarebbe stata dura anche con l’episodio del palo di Keita al favore. I bianconeri sono superiori non solo a livello tecnico, ma di organizzazione, di squadra, di gruppo. Chiunque avrebbe trovato difficoltà. La Lazio ha un gruppo giovane, anche queste sconfitte servono per crescere e fare esperienza. La sconfitta non dipende dai biancocelesti, ma è dovuta soprattutto alla forza dell’avversario. credevo che la Lazio ce l’avrebbe potuta fare, ma contro una Juve del genere era quasi impossibile”.

SUL RINNOVO DI KEITA – “È cresciuto tanto da quando giocava con me, anche dal punto di vista dell’atteggiamento. Da tifoso della Lazio vorrei che restasse, pure per continuare del percorso di crescita”. 

SU UN POSSIBILE RITORNO – “La Lazio mi manca sempre di più, ogni giorno che passa. Adesso ho concluso questa esperienza, che per quanto sofferta, è stata bella. Finirò la stagione con la Ternana e valuterò anche insieme alla mia famiglia”. 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.