Lotito:”Costruirò una Lazio più forte, contro tutto e tutti!”.

(foto Getty Images)

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, oggi unico rappresentante Lega al Palazzo della Federcalcio, all’uscita dai loro uffici ha fatto il punto sul calciomercato dei biancocelesti: “I lavori sono in corso. Esce Floccari, entra Cissè? Vedremo quello che serve, compatibilmente alle richieste del mister”. Comunque, in questo calciomercato sta facendo registrare una Lazio molto attiva, a differenza degli anni precedenti, e fino ad ora sono in molti a ritenere ottimo il lavoro svolto:“Si vedrà solo nel corso della stagione. Parleranno i risultati”. Ieri dovrebbe essersi chiusa la questione Lichtsteiner, e in molti vedono Cassani come suo probabile sostituto: “Veramente mi risulta che Lichtsteiner è ancora un giocatore della Lazio. E’ vero che ha fatto le visite mediche a Torino, ma non mi risulta che abbia firmato il contratto. Zamparini dice che lo vedrò domani in Lega? Ovviamente! Saremo lì per un’assemblea. Anche se il patron biancoceleste tenta di rimanere abbottonato per quanto riguarda le entrate, Djibril Cissè ha rilasciato delle dichiarazioni che riguardano la Lazio e la possibilità di approdare a Roma:“Veramente non le ho lette, ma mi fa piacere che ha detto cose positive. Segno che la Lazio ha ripreso una certa credibilità internazionale. Ma dalle note positive si passa a quelle negative: Muslera. “Con il Galatasaray abbiamo ottimi rapporti, ma la trattativa non dipende da noi, ma da chi vuole andare via. Ad ogni modo gli viene fatto notare come si sti prodigando per rinforzare ulteriolmente una squadra che nella scorsa annata si è classificata quarta:”Stiamo cercando di costruire una Lazio forte, contro tutto e contro tutti!“. In conclusione si è parlato della legge sugli stadi: “Quando la legge sarà entrata in vigore tutti potranno ottimizzare i propri ricavi“, e alla domanda se la nuova dirigenza della Roma possa favorire il risolversi della questione, Lotito è stato molto chiaro: “Io sinceramente ho le spalle larghe e me le guardo da solo, ma sto attento a chi mi sta vicino“. Per quanto riguarda la diatriba con il Coni per l’Olimpico: “Non faccio battaglie, seguo un mio convicimento“, e quando gli viene ricordato che  è arrivato un decreto ingiuntivo nei suoi confronti, il patron risponde prontamente: “Però non è esecutivo, poi ci sono 40 giorni per fare ricorso. Io comunque sono sempre a disposizione e in attesa di risposte“. Come dire, Claudio Lotito non smette mai di lottare…

DANIELE GARGIULO

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.