CORRIERE DELLO SPORT. CT Brasile: «Hernanes? Mi servono altri trequartisti»

(Getty Images)

IL CORRIERE DELLO SPORT. Il ct Menezes ha spiegato l’esclusione del talento della Lazio dai convocati per la Coppa America per motivi tattici e non solo

Uno stralcio dell’articolo di Fabrizio Patania su Il Corriere dello Sport.

Ha fatto scalpore l’esclusio­ne di Hernanes dalla lista dei convo­cati per la Coppa America. Si rivelerà un vantaggio per la Lazio e per Reja, che avrà la possibilità di allenarlo dal pomeriggio del 7 luglio, quando scat­terà la preparazione nel ritiro di Au­ronzo di Cadore. Ma la delusione per l’ex centrocampista del San Paolo è stata forte, difficile da assorbire e in Brasile se ne sta parlando. Molte do­mande sono state poste al ct Mano Menezes e ieri sono arrivate le prime risposte. Il commissario tecnico della Selecao ha dato due spiegazioni, la prima di natura tattica e l’altra molto meno chiara. «Ci sono questioni inter­ne che non voglio trattare» ha spiega­to il ct.

POTERI –Secondo le nostre indiscrezio­ni, già raccolte nelle settimane scorse e mai divulgate, Hernanes non è mai entrato nella considerazione del grup­po di potere che conta nella Federcal­cio verdeoro e che può influire anche sulle scelte tecniche di Menezes. Il ct non lo ammetterà mai, di sicuro smen­tirà, ma uomini di calcio che frequen­tano il Brasile e gli ambienti vicini al­la nazionale garantiscono come il Co­rinthians, più del San Paolo, sia tratta­to con un occhio di riguardo.[…]


TATTICA –
Hernanes al primo campio­nato in Italia ha segnato 11 gol, egua­gliando il primato di Nedved con la maglia della Lazio ed è molto difficile giustificarne l’esclusione dalla nazio­nale. Così Menezes si è aggrappato al tema tattico e alla sua evoluzione daregista a trequartista.«La prima vol­ta che ho convocato Hernanes lo vole­vo schierare da volante. Ma dopo le ultime volte che l’ho visto ho cambia­to idea »ha spiegato il ct, che cerca fantasisti dotati di maggiore rapidità. «Nel ruolo in cui viene utilizzato alla Lazio, io ho bisogno di giocatori più dinamici. Se lui gioca trequartista con tre giocatori alle spalle allora è per­fetto, ma noi adottiamo un sistema di gioco diverso».Sotto questo punto di vista, l’opinione di Menezes è la stes­sa di Reja. Il tecnico friulano, per la Lazio che verrà, appare orientato a scegliere il 4-3-1-2 e il centrocampo a rombo. Il modulo permetterà a Her­nanesdi agire da trequartista dietro a due punte e protetto da tre mediani, l’unica soluzione possibile per esaltar­ne in pieno le qualità tecniche. […]

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here