CORRIERE DELLO SPORT. Lazio in Iran, ma c’è un giallo

CORRIERE DELLO SPORT. Lazio in Iran, ma c’è un giallo

 

(foto Getty Images)

ROMA – Una tournée in Iran, a Te­heran, dal 24 al 29 maggio per di­sputare due amichevoli, promuove­re il marchio Lazio su mercati diver­si e incassare un gruzzoletto di sol­di: qualcosa in meno di un milione. La Lazio ha ricevuto anche un invi­to dal Qatar, ma al momento la desti­nazione certa è l’Iran. Gli accordi in linea di massima sono stati definiti: si partirebbe due giorni dopo la con­clusione della serie A (domenica 22 maggio c’è Lecce-Lazio), si rientre­rebbe a Roma dopo cinque giorni per il rompete le righe. Ma la squa­dra non ha ancora dato il suo assenso, gli allarmi terroristi­ci preoccupano mol­tissimo il gruppo di Reja. I giocatori ieri si sono riuniti a For­mello, la richiesta della società li ha presi in contropiede, hanno espresso le lo­ro titubanze, ad oggi non hanno intenzione di partire e l’hanno detto ai dirigenti. Ac­cettano qualsiasi al­tra destinazione, non quelle che potrebbe­ro rivelarsi pericolo­se. La Lazio, prima di coinvolgere la squadra, ha interessato la Farnesina e gli organi preposti alla sicurezza internazionale.

GLI SCENARI –C’è da capire cosa succederà. La società resterà fer­ma sulla sua posizione? Tenterà la strada del dialogo? O si cambierà destinazione? Si vedrà nelle prossi­me ore. Il viaggio dipende anche da altri fattori: la Lazio crede anco­ra nella Champions League e deve difendere l’Europa League. Dal piazzamento finale si capirà quan­do dovrà iniziare la nuova stagione agonistica (se si dovrà partecipareai preliminari o meno).

LA SQUADRA –Prima c’è da pensare al match col Genoa, il nodo è legato a Lichtsteiner. Ha la mano destra fratturata, gli è stato applicato un tu­tore, oggi ne indosserà un altro an­cora più specifico. Proverà a dispu­tare una partitella, ieri non ha dato certezze sulla sua presenza:«Vedia­mo, ma è difficile», ha detto ai tifosi presenti prima di entrare a Formel­lo. E il medico sociale Salvatori ha confermato i dubbi:«Ha il 50% di possibilità di giocare». […]


IL PREMIO –
Reja parlerà alle 13 in conferenza stampa e lunedì 23 mag­gio sarà premiato ad Alatri, in pro­vincia di Frosinone, in occasione della cerimonia di consegna del quinto premio internazionale “Alatri Città dei Ciclopi”. Il giorno dopo sa­rà in Iran?

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here