IL CORRIERE DELLO SPORT. Hernanes al centro della Lazio

IL CORRIERE DELLO SPORT. Hernanes al centro della Lazio

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport. Il centrocampista brasiliano è il Re del ritiro biancoceleste…

 

AURONZO DI CADORE – Tutti a parlare di Klose e Cissè, i colpi di Lotito, oppure a interrogarsi sul futuro di Zarate, sempre più in bilico. Giusto così, sono questi i temi caldi dell’estate biancocele­ste, ma si rischia di trascurare la stella che illuminerà la prossima stagione della Lazio. Si chiama Hernanes, per tutti è il Profeta. Alle prime amichevoli ha già co­minciato a incantare, dando quei segnali e le conferme che per do­dici mesi lo hanno accompagna­to. Sarà il suo anno, diventerà un protagonista assoluto del campio­nato, come e più della passata stagione che pure non era stata male. Il ct Menezes lo ha escluso dal Brasile di Coppa America e forse se ne sarà pentito, vista la magra figura. Reja lo ha messo al centro della Lazio e le risposte si­nora sono state confortanti: il progetto funziona.[…]

FORMA –Era arrivato alla Lazio dopo la Libertadores e nel pieno del Brasilerao dopo otto mesi ininterrotti di atti­vità. S’era imposto subito nel campio­nato italiano, ma l’ha finito quasi da comparsa, giocan­do a velocità ral­lentata, sulle gam­be, mai un cambio di passo, salvatodalla classe geniale e dal tiro for­midabile dal limite dell’area di rigore che gli ha permesso di se­gnare 11 gol, eguagliando il pri­mato di Nedved con la Lazio. Hernanes non faceva vacanze da un anno e mezzo. L’esclusione dalla lista dei convocati del Bra­sileè stata una delusione, ma gli ha permesso di rigenerarsi e di restare a riposo quaranta giorni. Ora si sta allenando bene, è già brillante[…]

MODULO –Alla con­dizione fisica si aggiunge il proget­to tattico che ne esalta le qualità. Nella passata sta­gione, con il 4-2-3-1, il Profeta era diventato di fat­to la seconda punta della Lazio e gli veniva richiesto un compito troppo faticoso, fuori dalle sue caratteristiche. Ora sta giocando trequartista, ma davanti ha due punte (Klose e Cissè) con cui dia­logare e può contare sul dinami­smodi centrocampisti ( Mauri e Brocchi oggi, domani chissà) chiamati a inserirsi. Il risultato è che la Lazio attacca con cinque uomini e il Profeta si trova al cen­tro della manovra, un autentico playmaker offensivo, protetto da Ledesma, ancorato davanti alla difesa. Può liberare il suo genio e alle prime uscite s’è già vista un’intesa pazzesca con Klose, ve­ro fuoriclasse. […]

AUTOGRAFI –E’ un’estate piena di sorrisi per Hernanes, il più di­sponibile con i tifosi della Lazio che sono saliti sotto le Tre Cime di Lavaredo per seguire il ritiro. Ogni mattina, dopo l’allenamen­to, è sempre l’ultimo ad andare via. Autografi, fotografie, una stretta di mano e un abbraccioper tutti. Ieri il suo bagno di fol­la, prima di rientrare in albergo, è durato 32 minuti (cronometra­ti). Qualche giorno fa ha spiega­to il motivo:«Mi ha colpito tanto affetto, so che qui ad Auronzo ci sono tremila persone tra abitan­ti e tifosi, vorrei salutare e rin­graziare tutti prima di tornare a Roma».Prima di dedicarsi ai ti­fosi, ogni volta che finisce l’alle­namento si toglie scarpini, cal­zettoni e maglietta. Resta con i pantaloncini e comincia a palleg­giare a piedi nudi, destro e sini­stro, per sviluppare la sensibili­tà. Si comporta sul campo di Au­ronzo come se fosse sulla spiag­gia di Recife, dove giocava da bambino. Ieri, come un adole­scente, si è divertito con Zarate.[…]

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here