IL CORRIERE DELLO SPORT. Lazio, ora sgambetta i campioni

IL CORRIERE DELLO SPORT. Lazio, ora sgambetta i campioni

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport sulla Primavera biancoceleste guidata da mister Bollini…


 

 

 

 

 

 

MONTECATINI TERME -Il sogno è quello di provare a ripetere l’impresa del 2001, con la conquista del­lo scudetto. Alberto Bolli­ni, il tecnico della Lazio Primavera, punta al bis dieci anni dopo. La vit­toria pochi giorni fa del Torneo di Ostuni ha in­nalzato l’au­tostima. Fi­no allo scor­so febbraio, lui stesso ha detto che non ci avrebbe creduto nessu­no ad una Final Eight con i biancocelesti protagonisti: adesso, ad un passo dal­l’impresa, c’è solo voglia di provare a superarsi. Bolli­ni, in corsa, è stato costret­to a cambiare tutto: otto su undici, quasi l’intero bloc­co, ma la continuità di ri­sultati non è mai venuta meno. Anche per questo af­frontare il Genoa campio­ne d’Italia in carica (20.30, stadio Melani, Pistoia) è persino più esaltante.

DETERMINAZIONE LAZIO – I biancocelesti hanno lascia­to Formello nel primo po­meriggio di ieri. Sono arri­vati a Montecatini, poco prima delle 18, trasfor­mando l’Hotel Quirinale nel proprio campo base. […]
L’unica cer­tezza è il ko di Barreto, l’unico non recuperato ( e dunque neppure convocato) e l’assenza per squalifica di Adeleke, che tornerà a disposizione eventualmente soltanto in caso di raggiungimento della finale. La Lazio ha preparato ogni dettaglio: il tecnico ci crede. In mezzo c’è pure una vecchia rivali­tà, figlia dei tanti anni tra­scorsi alla guida delle gio­vanili della Sampdoria. Per lui è come un derby e i derby uno vuole vin­cerli sem­pre. […] A fare la diffe­renza ci proverà anche Tommaso Ceccarelli, uno tra i giovani che il presi­dente Lotito ha più elogia­to e che, nei giorni scorsi, è stato pre­miato come miglior gio­catore nel torneo di Ostuni.

CONVINZIONE GENOA – Dal­l’altra parte ci sarà il Genoa del tandem Corradi- Juric, per tutti i partecipanti una tra le squadre favorite alla vitto­ria finale ma che da sotto i riflettori tende piuttosto a defilarsi. «Non è stato faci­le preparare questa partita – ha confessato ieri Mario Donatelli, responsabile del settore giovanile del club rossoblù -, considerato che da oltre un mese questi ra­gazzi non giocano una par­tita ufficiale. L’entusiasmo e la voglia di provare a ri­petere la straordinaria ca­valcata di un anno fa, però, non manca. Chi sarà la mi­na vagante? Il Varese, per organizzazione tecnica ed individualità. Prima però c’è la Lazio » .

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here