IL CORRIERE DELLO SPORT. Reja: «Che brava la Lazio!»

IL CORRIERE DELLO SPORT. Reja: «Che brava la Lazio!»

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport sulle parole del tecnico goriziano al termine dell’ultima gara di campionato…

(foto Getty Images)

LECCE – […]. Ecco l’analisi di Reja, che non era mai arrivato così in alto nel campionato italiano e ha piazzato il re­cord della gestione Lotito dopo aver­lo salvato dalla retrocessione in B ap­pena dodici mesi fa. « La partita di Udine è stata determinante ed è quel­la che vorrei rigiocare. Un palo di Ko­zak, il rigore sbagliato da Zarate, ma è chiaro che qualcosa abbiamo sba­gliato anche noi. Certo, in altre parti­te, non ci è stato dato il nostro. Mi ri­ferisco alle partite con Napoli e Ju­ventus. Sarebbe bastato un punto o qualche gol in più per la Champions, ma dobbiamo lo stesso fare i complimenti all’Udinese, perché in questo campionato ha segnato più gol di noi. Abbia­mo fatto 66 punti, noi e loro siamo stati le due squa­dre rivelazione del campionato ».

AL FRIULI – Lucida l’analisi del tecnico friulano, che non s’aspettava miracoli dal Milan e non s’è infuria­to come Lotito, nerissimo negli spogliatoi di Lecce. Reja naviga nel calcio da cinquant’anni e non si è mai illuso. « Io ero rassegnato già da una settimana.[…] »

CONTRATTO – Resterà alla Lazio, non ci sono dubbi. «Con Lotito ci siamo stretti la mano un mese e mez­zo fa. Non ho firmato, perché è mia abitudine aspet­tare la fine del campionato, ai tempi del Napoli spes­so l’ho fatto a luglio, quando iniziava la preparazio­ne. La stretta di mano, tra persone perbene, vale più di una firma. L’accordo c’è, dobbiamo decidere solo la durata, ma io ho sempre firmato per un anno solo, guadagno da quando avevo diciotto anni, non vado a caccia di soldi o di contratti. In settimana ci vedremo e parleremo, provando a definire la strategia per la prossima stagione e per completare un organico già im­portante ». Cambierà forse il mercato, perché la Champions avrebbe porta­to 20 milioni nelle casse biancocelesti. […]

SODDISFAZIONE – Gli piace la Lazio. Sarebbe stato bel­lo entrare in Champions, ma Reja apprezza un grup­po e una squadra proiettata nel futuro. Ci vuole tem­po per vincere. E serve competenza. « La gratificazio­ne risiede nel lavoro. Un anno fa stavamo per retro­cedere, ci siamo giocati la Champions sino all’ultima giornata. Ricordo a Napoli: siamo partiti dalla serie C per arrivare all’Uefa. Il calcio è questo. Non sarà facile migliorare. Davanti ci saranno Inter, Milan, Napoli, più la Juventus e la Roma che torneranno su. Io firmerei oggi per fare 66 punti anche nel pros­simo campionato. E se abbiamo perso la Champions nei confronti diretti con Inter, Juventus, Napoli e Udi­nese significa che qualcosa in meno rispetto alle al­tre lo abbiamo». Reja ha già capito tutto. Lotito e Ta­re lo seguano. Non se ne pentiranno.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here