IL CORRIERE DELLO SPORT. Reja: “Questi vedono la porta…”

IL CORRIERE DELLO SPORT. Reja: “Questi vedono la porta…”

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport. Il mister goriziano parla al termine dell’amichevole vinta dai suoi…

AURONZO DI CADORE – Cinque gol al Lu­cerna, che sabato aveva esordito surclas­sando il Neuchatel nel campionato svizzero. Prende corpo la Lazio, spaventa con Klose e Cissè, dimostra una ricchezza d’organico che se gestita bene e digerita dallo spoglia­toio si trasformerà in una corazzata. Ha sor­riso Reja, non credeva di finire in goleada con tanta facilità. «Pensavo di essere più in­dietro, invece ho visto buone qualità, fra­seggi, voglia e determinazione. I ragazzi in campo parlano tra loro, significa che han­no capito il discorso del collettivo. La cop­pia Klose- Cissè in avanti si muove bene, con sincronismo, alla volte sono perfino devastanti. Il francese nelle ripartenze è formidabile, a centrocampo cominciamo a mettere in at­to certi meccanismi, stiamo progredendo, sono contento anche perché il Lucerna è più avanti con la preparazio­ne » […] L’avvio di Klose e Cissè è stato entusiasmante. Proble­ma risolto? «Questi la porta la vedono… E’ stato un test importante. Ho tanta qualità davanti, ci sono anche Zara­te e Floccari e tutti gli altri. L’anno scorso la fase difensiva andava be­ne, creavamo diverse opportunità per se­gnare, ma non si finalizzava. Auguriamoci di aver centrato l’obiettivo dei gol con gio­catori di caratura internazionale, ma io spero che siano componenti importanti del gruppo e che interagiscano con la squadra. Non dovrà essere un discorso individuale» .

USCITE –Il tecnico friulano s’è rabbuiato quando gli è stato chiesto se la doppietta di Zarate dovesse essere letta come una rispo­sta a Klose e Cissè.«Sono stanco di parla­re di Zarate, ogni volta che rispondo poi si creano delle situazioni, qualcuno dice che non lo tengo in considerazione ma io devo valutare il rendimento di ognuno per poi fa­redelle scelte. Conosciamo il suo valore e le qualità dei nostri attaccanti, certo ho tan­te possibilità di scelta, nel reparto avanza­to sono anche troppi, questo sì, addirittura sette, così non si può andare avanti. E’ chia­ro che qualche attaccante dovrà essere ven­duto ». Ha rinunciato a Radu per un fastidio alla coscia destra, poi l’analisi si è poi spo­stata sui nuovi acquisti:«Lulic è abituato a fare l’esterno alto, come terzino bisogna la­vorarci sopra a livello tattico. Ha bisogno di trovare delle certezze, è arrivato in un grup­po di grande valore ed è normale che sia un po’ titubante, acquisirà col tempo delle si­curezze.[…]

MEZZE ALI –Reja ha risposto a tono a chi gli faceva notare che Cana per il ds Tare po­trebbe giocare anche da in­terno destro:« Non è così. Per giocare in quel ruolo bi­sogna correre, lui si muove sui 15-20 metri, ha persona­lità, ma è un centrale. Cana è un mediano che può essere affiancato a Ledesma, Matu­zalem o Brocchi quando gio­chiamo con due centrali nel 4-2-3-1 oppure è un centrale nel modulo a rombo. Io non vado mai a snaturare il ruo­lo e le caratteristiche di un giocatore». Ieri da interno si­nistro s’è mosso Matuzalem:«Ha giocato così perché sta bene fisicamente, l’estate scorsa aveva qualche problema, quest’anno non ha mai saltato un allenamento ». Ha provato nello stesso ruolo anche Hernanes: «Può far bene».Edy ha tirato il freno solo quando ha sentito parlare di scudetto:«Non è un discorso che ci riguarda. Le ambizioni bisogna sempre averle, ma ci sono delle squadre molto più titolate della Lazio per pensare di vincere. Noi dobbiamo pensare a migliorare rispetto all’anno scorso, per noi sarebbe importante mantenere le prime posizioni in classifica come nella passata stagione». […]

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.