IL CORRIERE DELLO SPORT. Tra Lazio e Coni è ancora gelo

IL CORRIERE DELLO SPORT. Tra Lazio e Coni è ancora gelo

Uno stralcio dell’articolo de Il Corriere dello Sport sulla situazione sempre più tesa tra la società biancoceleste e il Presidente del Coni Petrucci…

(foto Getty Images)

ROMA – Un’altra puntata, un nuo­vo capitolo. Resta altissima la ten­sione tra il Coni e la Lazio. Da Mi­lano, in tarda mattinata, erano rimbalzate le parole di Lotito, cri­tico nei confronti dell’Alta Corte di Giustizia che aveva accolto il ricorso di Inter, Milan, Juventus, Napoli e Roma sul tema dei dirit­ti televisivi per bloccare la deli­bera della Lega di serie A. Un provvedimento definito « abnor­me » dal presidente della Lazio. Non ha perso tempo Gianni Pe­trucci, presidente del Coni, per replicare con deci­sione.
« Oggi nello sport di abnorme c’è solo il debito di Lotito verso il Co­ni… » . Parole duris­sime, illustrano il gelo e la freddezza del Foro Italico nei confronti della La­zio, che per ottene­re la licenza Uefa ha indicato lo stadio alternativo dell’Ar­temio Franchi a Fi­renze.

CONTRATTO –Sta di­ventando un caso politico. Lotito ha provato a coin­volgere anche il Prefetto di Ro­ma, Giuseppe Pecoraro. La Fio­rentina ha manifestato la propria irritazione, spera che la Lazio rie­sca a risolvere tutto in fretta, al­trimenti ridiscuterebbe la propria posizione.« Il Franchi resterà la casa dei viola». Il Coni reclama il pagamento del debito. Lotito ha tempo sino al 30 giugno. Ballano due milioni di euro d’affitto dello stadio. E’ la rata annuale. E’ la ci­fra da versare per ottenere la li­cenza d’uso dell’impianto. Sabato contro il Genoa la Lazio giocherà per l’ultima volta in questo cam­pionatoall’Olimpico, per la pros­sima stagione dovrà per forza ar­rivare alla firma del contratto. […]
«L’ultimo dei problemi è il pa­gamento, ma va trovata una solu­zione che contempli le esigenze di tutti »ha spiegato ancora il presiden­te della Lazio.

DISTANZA –Il Coni, invece, mantiene le proprie posizioni. E’ il proprietario dello stadio Olimpi­co. Non può fare differenze o distin­zioni, perché la Ro­ma ha già pagato e ottenuto la licenza Uefa prima della fi­ne di aprile, non possono esserci ra­teizzazioni di paga­mento, altrimenti interverrebbe la Corte dei Conti. Ma il problema non è neppure questo. Si capisce che Lotito pun­ta a rinegoziare il contratto e l’apertura del caso forse gli è ser­vita per “forzare” il Coni. Petruc­ci, invece, si è molto irrigidito, ha definito questa mossa una«furba­ta temporanea», perché è chiaro che entro il 30 giugno la Lazio do­vrà sanare la vertenza. Un pas­saggio necessario per l’iscrizione al prossimo campionato di serie A che Lotito e la società biancoce­leste intendono ovviamente gio­careallo stadio Olimpico.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here