IL MESSAGGERO. Reja: “Scudetto? Non si sa mai…”

IL MESSAGGERO. Reja: “Scudetto? Non si sa mai…”

Uno stralcio dell’articolo de Il Messaggero. Il tecnico biancoceleste parla dopo la bella prestazione dei suoi contro il Lucerna…

(foto Getty Images)

AURONZO – La Lazio non si ferma. Nella quarta amichevole e con l’aquila Olympia che ha fatto il suo esordio stagionale, i biancocelesti battono gli svizzeri del Lucerna per 5 a 1 con doppietta di Maurito Zarate e gol dei soliti Klose e Cissè, con rete nel finale di Mauri. Quel che più conta però è che la formazione di Edy Reja comincia a convincere sia nei singoli, sia soprattutto come impianto di squadra. Già perché il test di ieri è stato il primo di un certo rilievo. Davanti la Lazio aveva una formazione di Superleague svizzera che quattro giorni fa ha aperto i battenti, con il Lucerna che ha battuto in trasferta per 3-0 il Neuchatel Xamax.
Euforico Edy Reja a fine gara: «Non pensavo fossimo così avanti. Sono soddisfatto per come sta crescendo la squadra e per come si stanno inserendo i nuovi. Cana? Bene, ma per me resta un centrale. Cissè e Klose? Con loro dovremo aver risolto il problema del gol». L’ultima del tecnico è sull’obiettivo stagionale: «Vogliamo migliorare la posizione dell’anno scorso. Scudetto? Ci sono squadre più titolate, ma siamo ambiziosi e non si sa mai…».
La partita. Dopo appena due minuti Maurito raccoglieva un cross dalla destra di Scaloni, anticipava il difensore e di destro insaccava per la rete del vantaggio. Al 27’ il secondo gol, con un bel cross in corsa di Lulic (alla faccia di chi diceva che non era in grado di crossare con il sinistro), con Zarate che stoppava il pallone e dall’altezza del dischetto beffava per la seconda volta il portiere svizzero. L’unica distrazione della difesa a un minuto dal termine del primo tempo, con Stankevicius che di testa si faceva anticipare da Ianu. Nonostante tutto buona la prova del lituano da centrale, ma ottima quella di Cana. Nella ripresa tanti cambi, con l’ingresso di Klose e Cissè a mezzora dalla fine. I due hanno dato spettacolo, con gol e intesa perfetta. Il francese ha segnato al 29’, con un rasoterra dall’interno dell’area di rigore. Il tedesco mette il suo sigillo al 37’ realizzando il gol in tuffo di testa su preciso assist di Cissè. Al novantesimo diagonale di Mauri su preciso passaggio di Klose.

[…]

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.