IL MESSAGGERO. Zarate, via di fuga. Lo vuole il PSG di Leonardo

IL MESSAGGERO. Zarate, via di fuga. Lo vuole il PSG di Leonardo

Uno stralcio dell’articolo de Il Messaggero. L’attaccante argentino potrebbe trasferirsi in Francia…

(foto Getty Images)

ROMA – Occhio. Qualcosa di concreto si sta muovendo attorno a Mauro Zarate. La sicurezza che Maurito resti alla Lazio al cento per cento non c’è più da diverso tempo. E questo, si sa, è un tema già noto. Basta ascoltare attentamente le recenti parole del presidente Claudio Lotito riferite proprio alla punta. La curiosità è che se da una parte c’è la maggioranza dei tifosi laziali che gufano affinché naufraghi ogni possibile trattativa che riguardi Maurito, anche perché è tanta la voglia di vederlo insieme a Klose e Cissè; dall’altra c’è Edy Reja che se dovesse veder partire l’attaccante, di sicuro non si dispererebbe più di tanto. Anzi.
[…] L’ultima in ordine di tempo è il nuovo Paris Saint Germain di Leonardo che non è affatto vicinissimo all’acquisto di Zarate, come si sussurra da un paio di giorni. La realtà è un’altra, ovvero che l’ex allenatore dell’Inter avrebbe inserito il nome del biancoceleste in una lista dove figurano talenti come Ganso e Menez, più altri. Secondo indiscrezioni provenienti dalla Francia, inoltre, Leo starebbe riflettendo se presentare o meno un’offerta a Claudio Lotito. Al dirigente brasiliano l’estroso giocatore della Lazio intriga da parecchio tempo, anche se c’è qualcosa legato al suo carattere che non lo convince più di tanto. Da qui la riflessione, anche perché è vero che il PSG ha un budget di circa 150 milioni di euro da investire sul mercato, ma è altrettanto certo che la nuova dirigenza francese, sempre se dovesse decidere di rompere gli indugi e piombare su Zarate, non intenderebbe spendere i 20-25 milioni di euro chiesti dalla Lazio per cedere Maurito. Per il momento il club di Parigi si sarebbe messo in contatto con l’entourage del giocatore per chiedere informazioni e soprattutto consigli sul da farsi. E già questo dovrebbe far riflettere. Stesso iter, comunque, che hanno seguito anche Villarreal, Atletico Madrid, Tottenham e Manchester City, anche se quest’ultimo in maniera piuttosto defilata, considerato che per Roberto Mancini Zarate rappresenta la quarta o addirittura quinta scelta.
Alla Lazio per ora non è arrivata alcuna offerta ufficiale (sono settimane che attendono), ma gli spifferi di un continuo movimento attorno al nome dell’argentino non fanno che aumentare giorno dopo giorno. La prossima settimana potrebbe essere importante da questo punto di vista, se non altro perché ci saranno i primi spostamenti di attaccanti di un certo calibro come Aguero e Rossi, ad esempio. Trasferimenti che, secondo lo stesso manager di Zarate Beppe Bozzo, potrebbero provocare un effetto domino, fino a coinvolgere Maurito. […]
Voci e movimenti che non hanno minimamente intaccato Mauro Zarate. L’argentino è in ritiro e si allena senza alcun problema assieme ai suoi compagni. In questi giorni il giocatore sta anche provando a intensificare il lavoro, considerato che si è presentato ad Auronzo di Cadore con qualche chilo di troppo. Due giorni fa si è rivisto in amichevole, mostrando anche una discreta condizione. La gente è sempre con lui, anche se rispetto alle ultime due stagioni è cambiato tutto. Da titolare inamovibile e stella della squadra, adesso Mauro è diventata la terza scelta dietro a Klose e Cissè. Sono il tedesco e il francese i preferiti di Edy Reja, e questo nella testa di Zarate non può non influire, anche se allo stesso tempo dovrebbe rappresentare un gran stimolo.
Nel frattempo il calendario avanza e il countdown è partito: alla fine del mercato mancano 43 giorni.[…]

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.