IL TEMPO. Klose: “Lazio già mi piaci”

Tre giorni a Monaco per riabbracciare la famiglia e ricaricarsi dopo il ritiro di Auronzo. Miroslav Klose, leader silenzioso della nuova Lazio, è riparito con la porche di un amico per raggiungere la Germania subito dopo la fine di questa prima fase di preparazione. Alla Bild, il giornale più importante del suo paese, fa il punto della primo periodo biancoceleste senza dimenticare la sua nazionale Come Gerd Muller ha segnato 61 reti con la maglia tedesca e spera di centrare il sorpasso quanto prima, magari già dal prossimo impegno tra un paio di settimane: «

[…]

Solo una parentesi ma l’attaccante sa benissimo che il suo rilancio in nazionale e la possibile partecipazione agli Europei che si giocheranno a casa sua (Miroslav è di origine polacca) passa attraverso una grande stagione nel suo club. Klose è soddisfatto di aver scelto la Lazio nonostante avesse offerte interessanti da mezza Europa: «Molti mi fanno i complimenti e anche se non riesco a leggere i giornali nella maniera migliore, la cosa mi fa piacere. Sto bene alla Lazio e non ho nessun tipo di rimpianto. Abbiamo giocato contro avversari di basso livello quindi le prove contano poco adesso, non bisogna esaltarsi troppo. L’importante sarà farsi trovare pronti per l’inizio della stagione».

[…]

In ritiro è stato coccolato dai tifosi ed è scattata anche la scintilla con i senatori dello spogliatoio. Klose ha saputo entrare in punta di piedi all’interno del gruppo nonostante una carriera fatta di successi e gol. E proprio per questa ragione è stato apprezzato da tutti, a cominiciare da Reja che ha scoperto di avere un giocatore bravo e disposto al sacrificio nonostante i 33 anni già compiuti. Klose ha sensazioni positive: «Sono stato accolto benissimo alla Lazio, dicono che porterò esperienza al mio club. Ma io credo che un giocatore sia protagonista, solo quando lo dimostra sul campo. Nello spogliatoio ci capiamo, parlando in varie lingue, ma devo assolutamente imparare l’italiano, sono ancora indietro, ho i miei libri e sto cercando di recepire più cose possibili. L’italiano è una lingua melodica, è bellissimo, ma la grammatica è molto complicata. Mia moglie, invece, è già avanti”

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.