LAZIO. Reja: “Kozak fuori, ecco perché”


(foto Getty Images)

IL CORRIERE DELLO SPORT – E’ la domanda da un milione di dol­lari, è l’accusa principale mossa a Reja. Co­me ha fatto a tenere fuori Kozak? Perché non l’ha fatto giocare dall’inizio? Ha risposto ie­ri: «E’ chiaro che tutti se lo chiedono, ha fat­to un gol, ha preso un palo, ha avuto un’al­tra occasione di testa, anche io dico magari a vederlo prima in campo…» . Il tarlo del dubbio nella testa del tecnico della Lazio. Dopo quel gol, dopo quel palo, dopo averlo lasciato in panchina per due mesi e averlo fatto giocare solo col contagocce, anche Re­ja s’è interrogato sulla gestione del bomber ceco. Col senno di poi l’avrebbe fatto entra­re prima, a mente fredda ha confermato la sua scelta, spiegandola: «Ko­zak è partito tante volte dal­l’inizio e ha avuto qualche difficoltà nel tenere su palla, nel giostrare negli spazi am­pi, sotto questo punto di vista attualmente ha ancora alcu­ni problemi. Dal primo minu­to non so che tipo di rendi­mento possa dare, diventa ef­ficace in particolari gare, quando devi attaccare, quan­do spiovono palloni al centro. In questo caso è un giocatore che può darti veramente una grossa mano avendo prestan­za fisica» .

[…]

ROCCHI –
Edy ora si rallegra per l’ottimo ritor­no di Rocchi:«Il suo recupero è importante, ha il movimento in profondità, quando è en­trato ha fatto fuori la barriera difensiva del­l’Udinese ». Reja ha invitato la Lazio a crede­re nella Champions nonostante tutto. Ma ha ammesso l’incapacità del gruppo di fare il salto di qualità:«Guardiamo avanti con un po’ di rammarico, siamo dispiaciuti per i ti­fosi. La squadra da un po’ di tempo è avvili­ta, ci diciamo che manca sempre quel pas­setto importante per fare il salto di qualità. Non ci è riuscito in più di una occasione».

IL FINALE –Reja punta al massimo:«Non è an­cora detta l’ultima parola, la Champions non è assegnata, dobbiamo crederci. Bisogna fa­re benissimo nelle prossime due gare, in modo particolare col Genoa. Ne va di tutto, ne va della sorte di questa sta­gione. Abbiamo buttato al vento tante opportunità, ne abbiamo altre, sarebbe un peccato sprecarle». Vuole i sei punti finali:«Dobbiamo fare meglio rispetto a quanto è accaduto nelle ultime due partite. Ci servono 6 punti per chiudere a quota 66 e conti­nuare a sperare, ma soprat­tutto per centrare l’obiettivo Europa». […]

GARRIDO –Garrido bocciato e la scelta di far giocare Floccari a sinistra è un’altra accusa contro Reja:«L’Udinese attaccava dalle zone laterali, sono subentrati errori singoli e non di reparto, errori evitabili sulla nostra sini­stra ». Ha difeso Zarate:«Nessun cucchiaio, ha tirato centralmente come con l’Inter. Han­danovic ha capito che l’avrebbe rifatto». A Reja è venuto un altro dubbio…:«A Udine c’è stato un arbitraggio un po’ più giusto, non vorrei che tutto ciò si sia verificato perchè ci siamo lamentati, sarebbe una cosa grave».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.