LEGGO. Da Floccari e Zarate i soldi per il mercato

LEGGO. Da Floccari e Zarate i soldi per il mercato

L’articolo integrale di Leggo sulle trattative di mercato che ruotano intorno al club biancoceleste…

(foto Getty Images)

ROMA – «La Lazio è uscita dal coma, abbiamo prospettive diverse, ma per fare acquisti dobbiamo prima vendere». Lotito fa il punto di mercato. Obiettivo principale il francese Cissè: «Le valutazioni tecniche le fanno Reja e Tare, ma è chiaro che la parola definitiva la metto io. È un’operazione legata all’uscita di qualche nostro giocatore». Candidato numero uno è Floccari, diretto a Parma in prestito con diritto di riscatto.
In uscita potrebbe esserci anche Zarate, seguito da Villarreal e Atletico Madrid, che però non sono disposti a mettere sul piatto i 20 milioni chiesti da Lotito: «Per l’argentino non ho ricevuto offerte – spiega il presidente – anche perché non l’ho messo sul mercato. Certo, chi vuole andare via, è giusto che vada, ma solo quando ci sono le condizioni sufficienti». L’unico club in grado di spendere la cifra che chiede Lotito sarebbe il City, «chissà che non si faccia sentire» si è lasciato scappare il patron della Lazio.
Entro domani Muslera deciderà se andare al Galatasaray. Lotito è già pronto ad accogliere Marchetti: «E’ un portiere che può far bene a Roma». Poi un chiaro messaggio all’agente del giocatore, Fonseca, che sta rallentando la trattativa: «Deve essere interesse di tutti cercare di ricomporre una situazione insostenibile. Chi metterà i bastoni fra le ruote se ne assumerà le responsabilità». Se Muslera dirà sì, Lorik Cana sarà automaticamente della Lazio.
Ultime battute per la cessione di Lichsteiner alla Juve. Da capire chi sarà il suo erede, visto che Konko batte cassa (a Genova guadagna 1,3, ne chiede 1,5), atteggiamento che Lotito non ha gradito: «Uno può volere quello che gli pare, ma certo non va bene se punta solo sul suo interesse economico, anche perché non mancano i giocatori sul mercato». L’alternativa è Sapunaru del Porto, che si accontenterebbe di un quadriennale a 900mila euro netti a stagione. (ass)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.