SENTI CHI PARLA…DELLA LAZIO. Favero: “Juve favorita, ma biancocelesti in ottima forma. Inzaghi per il dopo-Allegri? Potrebbe…”

SENTI CHI PARLA DELLA LAZIO – La rubrica di Lazionews.eu dedicata ai commenti, ai pensieri e alle riflessioni dei giornalisti, degli speaker radiofonici e degli opinionisti del mondo Lazio.

FABIO LIVERANI (allenatore) a Sport Mediaset: “Credo che Inzaghi stia già allenando una grande squadra, difficile dire cosa potrebbe essere meglio”. (INTERVISTA COMPLETA QUI)

LUCIANO FAVERO (ex calciatore) a TMW Radio: “In casa la Juventus ha sempre fatto bene, per me è la favorita anche se la Lazio è in ottima forma. Inzaghi prossimo allenatore della Juve? Ha fatto bene, crescendo in esperienza… potrebbe essere il profilo giusto”.

FEDERICO CORONA a Sport Mediaset: “La Lazio non è più una sorpresa, ma vedo la Juve più favorita soprattutto dopo il pareggio di Bergamo”.

GIANFRANCO ZIGONI (ex calciatore) a Lalaziosiamonoi.it: “Abituata ad essere sempre in testa sicuramente sarà una Juve arrabbiata. Ma siamo solo ad ottobre e i bianconeri hanno solo due di distanza dal Napoli. È una squadra che negli ultimi anni è ai vertici in Italia e in Europa, ha messo in difficoltà corazzate internazionali. Per sabato vedo una Juventus incerottata, senza un pezzo da novanta come Mandzukic. La Lazio è in grandissima forma, le ultime uscite di entrambe contano poco. Vedo leggermente favorita la squadra di Allegri solo perchè gioca in casa. La Lazio ha un grande allenatore, è più forte dello scorso anno. Inzaghi mi diverte, ne sentiremo parlare ancora per molto. Al momento, dopo questa pausa, la Lazio è l’avversaria peggiore che la Juve potesse incontrare. Ho visto Milinkovic lo scorso anno, era un giocatore normale, oggi l’ho seguito più costantemente e ho capito che è un grandissimo giocatore. La Juve farebbe bene a prenderlo. Non conoscevo Luis Alberto, oggi trascina la Lazio. È una gran bella squadra, spero arrivi in alto. La Lazio sicuramente lotterà fino alla fine per la Champions, è attrezzata per arrivare tra le prime quattro”.

PIETRO ANASTASI (ex calciatore) a Radio Incontro Olympia: “Dalla parte biancoceleste c’è Immobile che sta facendo un campionato strepitoso. Lo vedo più maturo, più concreto. La Lazio dovrà stare attenta alla Juventus in cui c’è qualche freccia in più, da Dybala a Higuain. La Lazio mi piace. Grazie al suo allenatore sta giocando molto bene. Inzaghi si sta mettendo in mostra e si parla qui anche di lui come successore di Allegri. Io da juventino sarei contento, mi piace. Si è imposto anche davanti a qualcuno che storceva inizialmente in naso”. Milinkovic-Savic è sempre pericoloso. Buffon non ha più i riflessi di un giovane. Resta uno dei migliori in calciatori. Nella prossima stagione ci sarà il successore. Strakosha si è messo in vista molto bene, disputando grandi partite. Fossi nella Juventus lo metterei sotto osservazione. Quelli bravi bisogna prenderli! (ride ndr). La Lazio è una grande squadra ma io parlo a livello prettamente professionale. A livello di competizioni europee la Juventus è più appetibile, considerando poi variabili come l’attaccamento alla maglia. Auguro alla Lazio di tornare ai fasti di Cragnotti. Ci vuole semplicemente pazienza e lavorare bene. La Lazio ha la mentalità e la voglia di arrivare nei primi quattro. Poi vedremo. Come l’Atalanta in Europa League la passata stagione, la Lazio può andare in Champions in questa. Ne sarei davvero felice”.

FRANCESCO COLONNESE (ex difensore biancoceleste) ai microfoni di Lazio Style Radio: La vittoria nel 2002 contro i bianconeri a Torino? Eravamo una squadra molto forte, avevamo dominato la partita; quel gruppo mi ricorda molto la compagine biancoceleste di oggi, anche la squadra di Inzaghi vanta grande qualità. Corradi e Lopez componevano un tandem ben assortito, a centrocampo c’era un grande giocatore come Simeone: era una Lazio molto forte. La Lazio nelle ultime gare ha dimostrato di essere all’altezza della Juventus, battendo anche i bianconeri in Supercoppa. Bisognerà monitorare le condizioni dei calciatori al rientro dalle Nazionali, ma la Lazio è una squadra solida, forte, con un gioco consolidato. Non è mai facile fare risultato in casa della Juventus, ma i biancocelesti possono farcela. Luis Alberto è un uomo a tutto campo, Ciro Immobile ama giocare come punto di riferimento della squadra; quando attacca la profondità è devastante. La Lazio dovrà essere molto astuta nella marcatura su Dybala. Stefan Radu si è riscoperto come centrale di difesa, è un calciatore completo sapendo impostare e marcare allo stesso tempo. Alla classifica dei biancocelesti mancano i due punti persi contro la Spal alla prima giornata di campionato. Sabato sarà importante non perdere il match.”

FRANCO MELLI (giornalista) a Radio Radio: “Un pareggio tra Juve e Lazio? La vedo difficile. Penso che le gerarchie si decideranno nel match tra Roma e Napoli. La Lazio può essere turbata dall’interesse della Juve di Inzaghi e Milinkovic? No non credo”.

PIETRO LO MONACO a Radio Incontro Olympia: “La Juventus non ha una partita semplice con la Lazio che gioca un calcio speculare. Sicuramente come rosa quella bianconera si fa preferire ma i biancocelesti hanno una struttura abbastanza consolidata con molti giocatori che sono rimasti dall’anno passato. Hanno perso Biglia che è stato sostituito con Leiva, per il resto la rosa non ha avuto ribaltoni. Il merito di questa squadra è tutto di Inzaghi che, con un organico non di primissimo ordine, sta dimostrando l’entusiasmo di un giovane e la lungimiranza di un vecchio”.

NANDO ORSI (ex giocatore) a Radio Radio: “Penso che Milinkovic sia destinato a lasciare la Lazio. E’ giusto che vada dove ci siano prospettive di vittoria. Inzaghi pensa di impostare la partita sulla Juventus, al di là di chi possa giocare, sarà una squadra molto corta. Sensazioni positive, se la Lazio riuscisse a fare risultato lì acquisirebbe certezze, è l’unica squadra che può uscire con un risultato”.

ROBERTO PRUZZO (ex giocatore) a Radio Radio: “E’ inevitabile che Milinkovic vada via, la Lazio lo ha preso a quattro soldi, ogni tanto va ceduto un grande giocatore. La Lazio ha giocatori in grande forma, partita alla pari”.

SANDRO SABATINI (giornalista) a Radio Radio – “Vedo un turno di campionato che può rimescolare le carte. Non è detto che la Juventus vinca contro la Lazio. Se Lazio e Roma pareggiassero, l’Inter avrebbe la possibilità di andare prima in classifica”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here