Tempo di lettura: < 1 minuto

BUON COMPLEANNO LUCAS LEIVA – Non è nelle stelle che è conservato il nostro destino, ma in noi stessi. Probabilmente la sorte di Lucas Leiva era custodita a Roma, alla Lazio. Non è un caso che la società biancoceleste e il brasiliano siano nati lo stesso giorno, il 9 gennaio. Un giorno speciale per la Prima Squadra della Capitale e anche per Lucas per il quale l’Aquila è diventata un simbolo indelebile. Leiva è un giocatore di vecchi tempi, senza tatuaggi in bella vista e con i classici scarpini tutti neri ai piedi.

L’inesauribile Lucas Leiva

Il Gremio è nel cuore di Lucas Leiva che passa però ben dieci anni a Liverpool. Anfield e i Reds sono stati la sua casa e hanno rappresentato una crescita fondamentale per il brasiliano. Si potrebbe definire Lucas “overlooked”, in italiano “trascurato”. Sì, perché il centrocampista non è stato sottovalutato, bensì oscurato dalle star del Liverpool. Il problema al ginocchio, poi, non ha favorito Lucas. Quel maledetto infortunio, tutt’oggi crea problemi, ma questo non gli permette di demordere. D’altronde, se accetti di giocare con l’Aquila sul petto, sai che la prima regola da seguire è “non mollare mai”. Suda, lotta e corre ogni qual volta gli viene chiesto, fino al fischio finale dell’arbitro, o almeno fino a quando mister Inzaghi non decide di sostituirlo a causa di un cartellino giallo. “Una vita da mediano, a recuperar palloni…”, se non si conoscesse la canzone di Ligabue si potrebbe anche pensare che sia dedicata al numero 6 biancoceleste. D’altronde Leiva può esser definito in tre parole: risoluto, grintoso e inestinguibile. Ancora tanti auguri all’inesauribile Lucas!

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.