LAZIONALI. Nations League: sconfitta amara per l’Albania di Strakosha, la Romania ferma la Serbia

NATIONS LEAGUE LAZIONALI – Una seconda giornata di Nations League sicuramente poco fortunata per i giocatori della Lazio impegnati nella competizione. Ciro Immobile, da capitano, ha visto uscire l’Italia sconfitta in Portogallo ma non solo gli azzurri sono scesi in campo ieri sera. Nel gruppo 1 della Lega C l’Albania è volata in Scozia mentre nel gruppo 4 la Serbia ospitava la Romania ed il Montenegro la Lituania.

SCOZIA-ALBANIA – Un brutto passo indietro per l’Albania di mister Panucci: dopo il positivo esordio casalingo contro Israele, la nazionale balcanica si è arresa alla Scozia per 2 a 0. Sul risultato ha inciso, negativamente, anche Strakosha, schierato titolare per la seconda volta: il portiere della Lazio è stato prima sorpreso da un goffo autogol di Xhimshiti e poi ha sbagliato l’uscita sull’azione del raddoppio da calcio d’angolo che ha portato alla rete di Naismith. Bilancio negativo per Thomas, positivo (comunque) per l’Albania che mantiene il comando del girone, a quota 3 punti.

SERBIA-ROMANIA – Chi ben comincia… finisce male! La Serbia non è riuscita a portare a casa una vittoria contro la Romania, nonostante un doppio vantaggio. Sergej Milinkovic, schierato titolare come trequartista, non ha brillato ed è stato sostituito al 64′, dopo una gara senza giocate da segnalare. La doppietta di Mitrovic aveva portato sul 2 a 0 la nazionale di Krstajić, poi il rigore di Stanciu ed il gol di Tucudeun hanno fisssato il punteggio sul definitivo 2 a 2. La situazione del gruppo 4, dopo due giornate, vede comunque Serbia e Montenegro appaiate al primo posto a 4 punti, poi la Romania 2 punti e la Lituania a 0.

MONTENEGRO-LITUANIA – Il Montenegro vince e convince, anche senza Adam Marusic. Il laterale biancoceleste ha abbandonato il ritiro della nazionale ed è volato in Germania per sottoporsi ad alcune cure specifiche. I suoi compagni sono riusciti comunque a battere la Lituania con un netto 2 a 0: a segnare i gol decisivi sono stati l’ex Fiorentina Savic (su rigore) e Jankovic.

M.B.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.