ALBANIA-SVIZZERA: questione di scelte…

collage ALBANIA-SVIZZERA

APPROFONDIMENTO LAZIONEWS.EU – Penultima gara valida per la qualificazione ai Mondiali di calcio BRASILE 2014. ALBANIA e SVIZZERA questa sera alle 20.30 scendono in campo allo stadio Qemal STAFA di TIRANA, dove è previsto il tutto esaurito, di fronte a diciannovemila spettatori. La SVIZZERA, prima nel girone E, stacca l’ALBANIA di otto punti e punta alla qualificazione diretta, visto che alla squadra di HITZFELD basterebbe solo un pareggio per conquistare il primo posto. La formazione di DE BIASI spera nel “miracolo” e prova a centrare due vittorie su due (la seconda gara a Cipro il prossimo 15 ottobre, ndr). Davanti al proprio pubblico non si può sbagliare, soprattutto perché nella SVIZZERA giocano alcuni calciatori albanesi.

QUESTIONE DI SCELTE –  “Sono sempre stato del parere che ogni cittadino della nostra Nazione, a prescindere da dove sia cresciuto e da dove gioca dovrebbe scegliere  la nostra nazionale”parole di Lorik CANA pronunciate un anno fa alla vigilia di un’altra gara con gli elvetici (sempre valida per le qualificazioni ai mondiali, ndr) e che oggi assumono un valore ancora più particolare. Il messaggio sembra rivolto a BEHRAMI, DZEMAILI, SHAQIRI, MEHMEDI e XHAKA, tanto per fare qualche nome. Quattro giocatori nati da genitori albanesi che, da giovanissimi, si sono trasferiti con le proprie famiglie in SVIZZERA e che, potendo scegliere, hanno preferito far parte della nazionale elvetica. Proprio come CANA, che però di scelta ne ha fatta un’altra: “Devo tutto alla Svizzera, ma io ho scelto l’Albania e oggi giocheremo per vincere”. Una polemica che va avanti da sempre, che però è lo stesso Lorik a smorzare: “Conosco XHAKA da molto tempo, è un ragazzo per bene. Lui e Dzemaili hanno avuto una bella opportunità e l’hanno sfruttata. A essere onesto, sono convinto che ci siano dei Behrami, Mehmedi, Shaqiri e Xhaka anche in Albania. Purtroppo non dispongono delle strutture necessarie per la loro crescita. E’ un peccato, io ho avuto la possibilità di crescere in Svizzera”.


GLI SCARPINI – 
Sembra voler mettere tutti d’accordo Xherdan SHAQIRI. Non proprio lui, diciamo, ma i sui particolarissimi scarpini. Il giocatore del BAYERN MONACO, infatti, ha deciso di fare omaggio al suo passato, al suo presente e magari al suo futuro, stampando sulla parte interna dello scarpino tre bandiere : quella del KOSOVO, dell’ALBANIA e della SVIZZERA. “Non ci sono traditori, al contrario, questa sera ci sentiamo a casa. Noi ci sentiamo albanesi, di sangue albanese, i tifosi devono capirci”, ha dichiarato oggi il centrocampista a dielli.al. “Giocheremo con una grandissima emozione, siamo nella nostra madre terra. Ma il calcio è, dopo tutto, il nostro lavoro. Siamo professionisti“, conclude. Acqua sul fuoco, non ci sono dubbi. Decidere per quale nazionale giocare è d’altronde qualcosa che deve venire dal cuore. “Ci sentiamo albanesi, ma scegliamo la Svizzera”: è solo una questione di scelte.

scarino shaqiri bandiere

FORSE IL DESTINO… – C’è un giocatore albanese, però, nazionale svizzero, che potrebbe giocare insieme a CANA. Non nell’ALBANIA, ma alla LAZIO. Parliamo di Granit XHAKA. Con un contratto in scadenza nel 2015, il futuro di HERNANES sembra sempre più in bilico e LOTITO sembrerebbero puntare con insistenza il centrocampista del BORUSSIA MONCHENGLADBACH. Il costo del cartellino si aggira tra gli 8 e i 10 milioni di euro ed ora anche l’EVERTON sembra interessato al giocatore, tanto da inviare a Tirana degli scout per visionarlo più da vicino. “Io dal Borussia non mi muovo, voglio una maglia da titolare“, ha dichiarato XHAKA alla Bild. Che per TARE sia un chiodo fisso è cosa certa. Magari questa volta, Granit farà la scelta “giusta”.

da Tirana
Arianna BOTTICELLI (Twitter: @AriannaML08)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.