AVVERSARIA. Si chiude contro il Sassuolo il tour de force della Lazio

AVVERSARIA SASSUOLO CAMPIONATO LAZIO – Battuto lo Zulte-Waregem in Europa League manca solo una partita alla Lazio per chiudere il primo tour de force della stagione. La settima partita in venti giorni, l’ultima prima della sosta per le Nazionali, arriva domenica pomeriggio contro il Sassuolo, compagine che negli anni scorsi ha sempre creato parecchi grattacapi alla Lazio soprattutto nelle gare allo stadio Olimpico. Neroverdi per ora poco brillanti, con soli 4 punti conquistati in 6 giornate, ma Simone Inzaghi dovrà fare ancora a meno di parecchi titolari, motivo per cui il match è molto più ostico di quanto dica la differenza in classifica tra le due squadre.

L’ALLENATORE – Seconda esperienza in Serie A da allenatore per Cristian Bucchi, che ha già assaggiato la massima serie nel finale della stagione 2012/13, quando con il Pescara raccolse appena 1 punto nelle 11 partite disputate. Squinzi ha però deciso di puntare su di lui per il dopo Di Francesco dopo le ottime cose fatte vedere lo scorso anno in B dal suo Perugia, condotto al quarto posto della classifica e poi eliminato nelle semifinali play-off dal Benevento. Da calciatore Bucchi vanta più di 400 presenze tra Serie A e Serie D, con 162 gol all’attivo ed un titolo di capocannoniere della Serie B nel 2006. Nel suo palmares anche la vittoria del campionato di Serie B con il Vicenza nel 1999-2000.

I GIOCATORI CHIAVE – Da anni in attesa della definitiva consacrazione, il Sassuolo spera che sia finalmente questo l’anno in cui Berardi riuscirà a diventare un top-player. L’attaccante calabrese è il giocatore di maggiore qualità degli emiliani, ma gli infortuni lo hanno da sempre limitato. In difesa c’è la grande esperienza di Paolo Cannavaro e di Acerbi, mentre in attacco c’è una vecchia conoscenza della Lazio, ovvero Alessandro Matri. Attenzione alla qualità di Stefano Sensi, 22enne regista paragonato dagli addetti ai lavori ad Andrea Pirlo.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Bucchi senza Magnenelli squalificato e Dell’orco che tornerà a dicembre per la rottura al legamento crociato. Tre i dubbi per il tecnico neroverde. Due a centrocampo, dove Adjapong è favorito su Peluso per la fascia sinistra e Missiroli su Mazzitelli come mezzala. In attacco è ballottaggio FalcinelliMatri per affiancare Berardi, con il primo in pole.

PROBABILE FORMAZIONE  (3-5-2): 47 Consigli; 55 Letschert, 28 Cannavro, 15 Acerbi; 21 Lirola, 7 Missiroli, 12 Sensi, 32 Duncan, 98 Adjapong; 11 Falcinelli, 25 Berardi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.