CAGLIARI malato di “pareggite”, ma il segno ‘X’ contro la LAZIO manca da otto anni

LAZIO-CAGLIARI onazi 00

NUMERI E CURIOSITA’ Espugnare l’Is Arenas per cancellare il tonfo interno contro l’ATALANTA. Una gara che poteva accorciare significativamente le distanze dal quarto posto, ma che non ha fatto altro che complicare la rincorsa per un posto in Europa. Nulla è ancora compromesso ma la LAZIO ora non può più sbagliare, a partire dalla prossima gara contro il CAGLIARI ed il fatto di giocare lontano dall’Olimpico potrebbe, paradossalmente, rappresentare un vantaggio per la truppa di REJA: se si analizza l’andamento mantenuto fin qui dal suo ritorno si nota come si sia raccolto di più lontano dalle mura amiche, con 10 punti in 5 partite; mentre in casa ne sono stati conquistati 8 in altrettante gare.

POLVERI BAGNATE PER CHI E’ MALATO DI “PAREGGITE” – Di fronte ci sarà una delle formazioni meno prolifiche del campionato. Con 22 reti messe a segno il CAGLIARI è il penultimo attacco della Serie A insieme al CHIEVO, peggio di loro solo il CATANIA. Sono dieci i marcatori stagionali dei sardi, con PINILLA e SAU che vestono i panni del capocannoniere con 5 marcature a testa. Pillola statistica: meno giocatori a segno che pareggi. Infatti, con undici segni ‘X’, i rossoblu sono la formazione che ha raccolto più pareggi in campionato, al pari di INTER e BOLOGNA. Un dato, questo, che stride con i precedenti degli ultimi anni contro la LAZIO: le due compagini non si dividono la posta in palio dal lontano 15 ottobre 2006 (Lazio-Cagliari 0-0). Dopo di allora hanno fatto seguito 14 scontri che hanno visto imporsi i capitolini 9 volte, contro le 5 affermazioni dei sardi.

Daniele Gargiulo

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.