Caicedo, il “Bulldozer” di Inzaghi si riscopre Goleador

LAZIO CAICEDO – Nella Lazio dei tre tenori (Immobile, Luis Alberto e Milinkovic) il ruolo di attore non protagonista spetta a Felipe Caicedo, un attaccante che raramente conquista le copertine ma che ha saputo mettere il suo timbro nella partita giusta. Spesso utilizzato da Inzaghi per svolgere il cosiddetto “lavoro sporco”, il Panterone ha siglato contro il Frosinone il gol pesante dei tre punti. Dopo aver sciupato due nitide occasioni, Caicedo si è conquistato la scena al minuto 36 quando ha fatto partire dal suo sinistro un missile finito sotto l’incrocio dei pali.

I NUMERI – L’ecuadoriano è così, i gol facili spesso li sciupa (vedi Crotone lo scorso anno o la palla tirata sul corpo di Handanovic nei supplementari contro l’Inter) ma poi strappa applausi con giocate che non attribuiresti mai al suo repertorio. Rimasto in campo per 58 minuti, Caicedo ha toccato 27 volte la palla, portando a compimento 13 dei 17 passaggi tentati. Il numero 20 è il giocatore della Lazio che ha tirato più volte verso la porta (6) e sempre da dentro l’area, suo habitat naturale. Inzaghi lo utilizza per questo: presenza forte in area e licenza di movimento a Ciro Immobile lungo tutto il fronte d’attacco. Due le occasioni create, una clamorosa: poco prima di uscire dal campo Caicedo ha avuto l’occasione del 2 a 0 ma ha fallito il tap-in dopo una corta respinta di Sportiello.

CAICE(GOL) – La fisicità è il suo punto di forza ma, se vogliamo, anche il suo tallone d’Achille: la lentezza nei movimenti lo rendono spesso prevedibile, così come successo ieri quando, solo in area di rigore, ha dato tempo alla difesa avversaria di recuperare. Qualche urla di disperazione la fa cacciare ma Caicedo è un attaccante prezioso: rientra, aiuta in copertura anche se ieri ha mantenuto più bassa rispetto alla sua media la percentuale di duelli vinti (solo 2 su 6 tentati). Arrivato a due gol in campionato (l’altro lo aveva siglato nel 4 a 1 rifilato al Genoa lo scorso settembre), il Panterone non ha mai segnato in due partite di fila in Serie A. L’Empoli scardinerà questo tabù? Ancora non lo sappiamo. Il Bulldozer Caicedo, un centravanti adibito al lavoro sporco ma che a volte veste anche i panni del bomber.

Marco Barbaliscia

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.