Dopo il tabù trasferta, la LAZIO vuole infrangere il “tabù JUVENTUS”. E il prossimo gol avrà un sapore speciale…

Collage lazio tabu Juve

Pubblicato il 23 gennaio 

NUMERI E CURIOSITA’ – Dopo quattro match, la “nuova” LAZIO di REJA è giunta alla prova del nove: sabato sera all’Olimpico arriverà la JUVENTUS, regina del campionato italiano imbattuta da 12 partite di fila. Un test decisamente probante che fornirà indicazioni precise sul valore di questa squadra che, dopo aver sfatato il tabù trasferta, ha tanta voglia di cancellarne un altro: battere la JUVENTUS tra le proprie mura. Infatti la vittoria contro i bianconeri manca ormai da oltre dieci anni: l’ultima volta fu il 7-12-2003 con un 2-0 firmato FIORE e CORRADI. Da lì in poi sono arrivati due pareggi e sei sconfitte (di cui le ultime quattro consecutive, ndr).

SERVE UN GOL, NON SOLO PER LA VITTORIA… – Non solo i tre punti: anche il gol sta diventando uno sgradevole tabù per la LAZIO quando di fronte c’è la truppa piemontese. L’ultimo giocatore che è riuscito a bucare la loro porta è stato LEDESMA, nel pareggio per 1-1 datato 18/01/2009. Una rete, realizzata direttamente su calcio di punizione, arrivata al minuto 25 del primo tempo. Dopodiché 425 minuti di astinenza dal gol. Un dato che la LAZIO vuole annullare il prima possibile anche perché la prossima marcatura all’Olimpico avrà un sapore davvero speciale: sarà la numero 2000 messa a segno in casa da quando la Serie A è a girone unico.

Daniele Gargiulo

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.