FACCIA A FACCIA, Correa-Payet, la qualità è tutta sulla trequarti. E il francese detiene un record da 5 anni…

FACCIA A FACCIA LAZIO MARSIGLIA CORREA PAYET – Una partita da dentro o fuori per l’Olympique Marsiglia, un’occasione da non sbagliare per la Lazio se si vuole credere ancora nel primo posto del girone. Sono queste le premesse alla vigilia dell’incontro dell’Olimpico di giovedì 8 novembre. Fischio d’inizio alle ore 18:55. I vice campioni in carica stanno vivendo un momento molto difficile sia in campionato che in Europa League. Un crollo tanto improvviso, quanto inaspettato, alla luce della tanta qualità presente in rosa. L’uomo copertina dell’OM è il capitano, Dimitri Payet. Chi invece spera di diventarlo presto nella Lazio è ‘El Tucu’ Correa. Garcia ed Inzaghi si affideranno all’estro dei due talenti, in una sfida tra numeri 10 in incognita.

CAPITANO, MIO CAPITANO – La storia che lega Dimitri Payet al Marsiglia è simile a quella di due innamorati che, nonostante qualche periodo di riflessione, alla fine camminano sempre uno affianco all’altro. Talento puro anche della Nazionale francese, il trequartista è alla sua seconda esperienza all’Olympique. Arrivato nel 2013 dal Lilla per una cifra intorno ai 10 milioni, vive il suo momento di gloria l’anno dopo, quando sulla panchina del Marsiglia si siede Marcelo Bielsa. El Loco s’inventa uno schema inusuale, un 3-3-3-1 che diventa la fortuna della squadra e del suo numero 17. Payet, infatti, vince la classifica degli assist in Ligue1 (16) e raggiunge un record ancora imbattuto in Europa. 125 passaggi chiave in una stagione, una cifra pazzesca! Dopo l’esperienza al West Ham, Dimitri torna a casa nel gennaio del 2017. Con Garcia, il giocatore si prende tutto. Fascia di capitano, numero 10 sulle spalle e la consapevolezza di essere l’uomo squadra. Oltre agli assist, Dimitri diventa fondamentale anche in zona gol (4 in 4 partite giocate quest’anno), con il tiro da fuori come specialità della casa. Implacabile su punizione, Payet ha trovato un tiro vincente anche due settimane fa al ‘Velodrome’ contro la Lazio. Qualità, sostanza, voglia di vincere: e tutto in un solo uomo.

VERSO LA GLORIA – Da un talento affermato ad uno in erba. Joaquin Correa è il colpo estivo del mercato biancoceleste, il giocatore dotato di quel pizzico di fantasia che lo rende unico sul rettangolo verde. ‘El Tucu’ è il dodicesimo uomo di Inzaghi ma giovedì potrebbe strappare la maglia da titolare. Un’occasione da non sbagliare per l’attaccante autore di più dribbling nell’avvio di stagione dei capitolini. In una partita dove l’OM giocherà verosimilmente all’attacco, la sua velocità nelle ripartenze potrebbe rappresentare un’arma vincente. 2 gol nelle 11 gare disputate sino a qui sono bastati per far innamorare il popolo laziale. Il primo passo verso la gloria è stato compiuto, ora serve la giocata della consacrazione.

Marco Barbaliscia

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.