NUMERI E CURIOSITÀ – La Lazio vola. Terza a un solo punto dalla secondo posto che le garantirebbe l’accesso diretto alla Champions League. Oltre all’ottimo lavoro di Pioli, all’unione della squadra, il ritrovato amore con i tifosi, il segreto di questo exploit è soprattutto uno: l’esplosione di FELIPE ANDERSON. Arrivato alla Lazio infortunato ha impiegato qualche mese per ambientarsi e raggiungere la forma perfetta. L’inizio della sua avventura bianco-celeste non è stato facilissimo, si pensava già al “solito bidone” arrivato dal Brasile. Ma da dicembre scorso qualcosa è cambiato, le cose hanno iniziato a girare nel verso giusto e Felipe è diventato un diamante scintillante. I suoi numeri fanno impressione, pochi riescono a reggere i suoi livelli.
La seguente tabella descrive le prestazioni di tutto il campionato del brasiliano confrontate con quelle dei calciatori nelle prime posizioni delle classifiche italiane di goal e assist. L’ordine è stabilito secondo la media a partita.
Tab01
Si può notare come ci siamo giocatori con statistiche migliori del numero 7 della Lazio. Come si spiega allora l’enorme rumore mediatico che Felipe Anderson sta facendo in quest’ultimo periodo? La cosa è molto semplice da spiegare. Prima del dicembre scorso il bianco-celeste aveva collezionato pochissimi minuti in campo, non era in condizione e non riusciva mai a imporre il proprio gioco. Dalla partita con il Parma del 7 dicembre, invece, Pioli ha iniziato a schierarlo titolare e il talento dell’ex Santos è esploso. Ricompilando la tabella con i dati relativi alle ultime dieci giornate ci accorgiamo di un cambiamento incredibile:
Tab02
Anderson ha numeri pazzeschi che lo catapultano nella prima posizione delle classifiche di goal e assist messi a segno ogni partita. Nessuno come lui in Italia è riuscito a ottenere tali prestazioni. E questi risultati hanno scosso il calcio italiano e europeo. Allenatori del calibro di Ancelotti, Guardiola e Brendan Rogers hanno iniziato a interessarsi al gioiello della Lazio. Lotito si prepara a blindarlo per garantirsi le sue prestazioni per molti anni ancora.

IN EUROPA – Ma se volessimo fare un gioco un po’ azzardato? Se volessimo paragonare i dati di Anderson con quello dei migliori marcatori e assistman in Europa che risultati otterremmo?
La tabella che segue ci mostra come probabilmente questo paragone non è poi così azzardato.
Tab03
Anche qui si è valutato le statistiche relative alle ultime 10 giornate di ogni giocatore. FA7 (così lo chiamano i tifosi laziali rifacendosi al più famoso CR7 di Cristiano Ronaldo), riesce a guadagnare posizioni di tutto rispetto. Nella classifica dei goal messi a segno è tra i primi e si tiene dietro gente del calibro di Diego Costa, Neymar, Ronaldo e Ibrahimovic. In quella degli assist riesce a guadagnare addirittura il podio, piazzandosi dietro a Messi e De Bruyne.

FUTURO – Felipe Anderson ha ancora tanto da dimostrare. È giovane e dotato di grande tallendo. La Lazio se lo tiene stretto e cerca di goderselo il più possibile. Tra poco compirà 22 anni, un’età in cui non si è ancora calcisticamente completi e, con l’umiltà che lo contraddistingue sommata al sua grande potenziale, siamo quasi certi che il suo percorso professionale possa essere tra i più rosei. La speranza è quella di vederlo sempre con l’aquila sul petto.

Francesco D’Andrea
@Nipposcanzanese



Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.