FOCUS Goretzka vs Milinkovic: impossibile rinunciarci

Pubblicato 
mercoledì, 17/03/2021
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

FOCUS FACCIA A FACCIA GORETZKA MILINKOVIC – Dopo la vittoria rocambolesca contro il Crotone per 3-2, la Lazio riprende la corsa alle prime quattro posizioni per l’accesso alla prossima Champions League. Ora Simone Inzaghi e i suoi devono concentrarsi per la sfida dell’Allianz Arena contro il Bayern Monaco. La gara in programma mercoledì 17 marzo alle 21, è valida per il ritorno degli ottavi di finale. All’andata i ragazzi di Hans Flick hanno vinto all’Olimpico 1-4 chiudendo, quasi per certo, la qualificazione. Sarà comunque un bello spettacolo che vedrà in campo due talenti come Sergej Milinkovic Savic e Leon Goretzka.

Leon Goretzka, lavoro e sacrificio

Lo sport insegna che per la vittoria non basta il talento, ci vuole lavoro e il sacrificio quotidiano. Questo concetto Leon Goretzka lo ha carpito in pieno. La sua carriera ha inizio con il VfL Bochum. La squadra tedesca ha visto fin da subito del potenziale in Leon che a soli 17 anni si è imposto nella prima squadra. Ha debuttato contro la Dinamo Dresda il 4 agosto 2012 e da quel giorno la sua vita calcistica è stata tutta in salita. Premiato nello stesso anno come miglior under 17 tedesco, Goretzka esplode calcisticamente con lo Schalke04 la stagione successiva. I Die Knappen in cinque anni hanno portato alla luce un’altra gemma della Bundesliga. Dal 2018 il Bayern Monaco è diventato la sua casa unendosi alla lunga lista di talenti del calcio.

Milinkovic e Goretzka: fisico e tanto talento

Se si chiedesse ad Hans Flick e a Simone Inzaghi chi è il giocatore a cui non si può rinunciare, con molta probabilità le risposte sarebbero Sergej Milinkovic Savic e Leon Goretzka. Il perché è quasi banale spiegarlo. Due centrocampisti a cui affideresti tranquillamente le chiavi di casa. Stessa età, stesso fisico e gli stessi elementi che definiscono il serbo e il tedesco come degli impressionanti tuttofare. La loro altezza la caratteristica spiccante. Quando entrano in area di rigore, sono una minaccia aerea agli occhi degli avversari. Entrambi posseggono la forza necessaria al contributo difensivo e non c’è dubbio che la loro muscolosità sia una risorsa per la squadra. Sia Sergej che Leon sono felici di interpretare il proprio ruolo in due squadre talentuose, chi più chi meno. La loro voglia di giocare e combattere è un segno di forza, che porta il gioco a un livello superiore quando richiesto.

Leon vs Sergej, numeri a confronto

Un anno sicuramente strano e diverso per il mondo del calcio. Tra Coronavirus ed infortuni a causa di affaticamenti muscolari per i troppi impegni ravvicinati, la stagione di Leon e Sergej è stata caratterizzata fino ad ora tra alti e bassi. Il Sergente con 31 presenze ha messo a segno 6 gol e regalato ai propri compagni 9 assist. Mentre il tedesco ha totalizzato 7 reti e 8 assist con sole 25 presenze. Per contrasti vinti è in vantaggio Milinkovic su Goretzka: 48% vs 40%. Al contrario Leon vince per quanto riguarda i passaggi completati: 90% vs 79%.

, , , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram