Tempo di lettura: 2 minuti

FOCUS FACCIA A FACCIA LUIS ALBERTO MKHITARYAN – Giocare il derby di Roma è un’emozione particolare: vincerlo è spettacolare, perderlo diventa un problema. È un derby sì, ma a Roma vale di più che nelle altre città. Vale tre punti come le altre partite, ma dopo può scoraggiarti o tirarti su il morale. Venerdì 15 gennaio si avvicina: Lazio e Roma si stanno preparando per la battaglia. In campo ci saranno 22 guerrieri pronti a tutto pur di vincerla. Tra questi Henrikh Mkhitaryan e Luis Alberto.

Mkhitaryan, il jolly giallorosso

Venerdì sarà il primo derby per Henrikh Mkhitaryan e come già ha annunciato ai microfoni di La Repubblica, lui è pronto alla battaglia. Arrivato lo scorso anno a Roma, il giocatore non è riuscito a dare continuità a causa di un infortunio procuratosi il 29 settembre 2019 contro il Lecce. A partire dal 7 febbraio 2020, contro il Bologna, l’armeno ha iniziato ad ambientarsi e ha trovare costanza nel gioco totalizzando 9 gol e 5 assist. Laureatosi all’Istituto di Cultura Fisica Armena, Henrikh parla ben sei lingue: armeno, russo, inglese, portoghese, francese e tedesco. È il capitano della Nazionale armena, nonché miglior marcatore della storia con 30 reti. È il jolly del centrocampo giallorosso e quest’anno è andato a segno già 9 volte. Agilità e velocità sono le sue caratteristiche principali e grazie alla sua intelligenza e disciplina tattica si giostra come ala su entrambe le corsie. Un giocatore pericoloso a cui la Lazio deve stare attenta.

Luis Alberto, l’uomo decisivo

Bisogna essere determinati, per riuscire a essere determinanti. Luis Alberto ha trovato quella fiducia che all’inizio della sua esperienza in biancoceleste non riusciva ad ottenere. L’anno scorso era diventato il fornitore numero uno di assist. Quest’anno di passaggi decisivi ne ha fatto solo uno, in Champions League. Molte le polemiche intorno al giocatore nei mesi scorsi. Tuttavia Luis ha saputo dimostrare la propria forza. Con l’Aquila sul petto, il numero 10 si mostra decisivo in ogni giocata. Dall’inizio del campionato ha totalizzato l’80% di passaggi decisivi e 7 gol. A differenza di Mkhitaryan, lo spagnolo ha già partecipato a 5 stracittadine della Capitale, siglando anche una rete nel derby della prima parte dello scorso campionato. La rosa biancoceleste può vantarsi di avere una risorsa così importante e come sempre spera che Luis Alberto possa risultare decisivo anche venerdì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.