collage milan seedorf balotelli

ZOOM AVVERSARIA: IL MILAN
35 punti. Basterebbe questo semplice numero per descrivere il disastro totale di questo Milan eppure la sensazione è che i punti in classifica siano l’ultimo dei problemi in casa dei rossoneri. Mai come in questo momento il futuro dei rossoneri è stato incerto tra rivoluzioni societarie iniziate e lasciate a metà, cambi tecnici insoddisfacenti, guerre intestine, rosa non all’altezza della situazione e rivolta di un pubblico stufo di fare brutte figure. Questo è il Milan al momento, infatti, una squadra che colleziona figuracce a ripetizione. Le ultime due, cocentissime, il 4-1 subito a Madrid e il 2-4 interno con il Parma dell’ex al veleno Antonio Cassano. La squadra di Clarence Seedorf, come anche nella gestione Allegri, ha il brutto vizio di subire tantissimo e malgrado i 41 gol fatti (settimo attacco del campionato) il bilancio è negativo visto che le reti subite in 28 partite di campionato sono addirittura 42, peggio hanno fatto solo Verona, Livorno, Sassuolo e Catania. Se restringiamo poi lo sguardo all’ultimo mese scopriamo che i rossoneri hanno segnato 5 gol subendone 12 tra campionato e Coppa e in generale hanno raccolto 3 punti con la Sampdoria perdendo invece contro l’Atletico (2 volte) Juventus, Udinese e Parma.

IL MOMENTO:
La contestazione di domenica rivolta soprattutto a Galliani e Balotelli, la pesantissima intervista di Paolo Maldini, il silenzio assordante di Silvio e Barbara Berlusconi, l’ostentata sicurezza di Clarence Seedorf che arriva a scaricare le sue colpe su Max Allegri, il Milan ad oggi è una polveriera pronta ad esplodere definitivamente, a fine anno comunque vadano le cose in queste 10 partite sarà rivoluzione totale e questo rende il Milan un avversario decisamente fragile, ma imprevedibile.

COME SCENDERANNO IN CAMPO:
Squalificato Abbiati sarà ancora il turno di Marco Amelia in porta, davanti a lui confermatissimo il 4-2-3-1, unico modulo concepito, almeno per ora, da Clarence Seedorf. L’olandese sembra convintissimo delle sue idee e anche all’Olimpico schiererà la squadra in questo modo. Tutti da decidere invece gli interpreti al momento. Tutta da inventare la difesa dove l’unica certezza è l’assenza di Abate. Spazio quindi a De Sciglio e a uno tra Emanuelson e Costant, anche se contro il Parma si è rivisto anche Bonera terzino, una soluzione certamente più difensiva. Dovrebbe poi tornare Rami al centro, con Zapata pronto ad affiancarlo se Bonera, alle prese con un affaticamento all’adduttore, dovesse gettare la spugna. A centrocampo Montolivo e De Jong al momento sono i favori, mentre nel tridente offensivo con Kakà e Poli dovrebbe avere un’altra chance Honda. Punta centrale Balotelli, che dopo il colloquio con i tifosi è chiamato al riscatto.

Edoardo Lavezzari

PROBABILE FORMAZIONE DEL MILAN CONTRO LA LAZIO:
Milan (4-2-3-1) Amelia; De Sciglio, Rami, Bonera (Zapata), Emanuelson; De Jong, Montolivo; Honda, Kakà, Poli; Balotelli.
A disp. Gabriel; Costant, Mexes, Silvestre, Zaccardo, Zapata; Birsa, Essien, Muntari, Saponara, Taarabt; Pazzini, Robinho.

INFORTUNATI
Abate
Cristante
El Shaarawy
Petagna

SQUALIFICATI
Abbiati

ROSA MILAN

Portieri

32 Christian Abbiati

1 Marco Amelia

39 Ferdinando Coppola

59 Vasconcellos Ferreira Gabriel

Difensori

20 Abate Ignazio

81 Zaccardo Cristian

25 Bonera Daniele

2   De Sciglio Mattia

5   Mexes Philippe

17 Zapata Cristian

21 Costant Kevin

26 Silvestre Matias Agustin

13 Rami Adil

Centrocampisti

24 Cristante Bryan

28 Emanuelson Urby

14 Birsa Valter

15 Essien Michael

34 De Jong Nigel

18 Montolivo Riccardo

4   Muntari Sulley Alì

8 Saponara Riccardo

16 Poli Andrea

Attaccanti

92 El Shaarawy Stephan

10 Honda Keisuke

11 Pazzini Gianpaolo

7   Robinho

45 Balotelli Mario

23 Adel Taarabt

22 Kakà

37 Petagna Andrea

Allenatore: Clarence Seedorf

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.