lazionews-lazio-cagliari-immobile-ciro-simeone-giovanni
Foto LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

LAZIO CAGLIARI IMMOBILE SIMEONE – La 35^giornata di Serie A si chiude questa sera con il posticipo dello stadio Olimpico tra Lazio e Cagliari. Le due formazioni arrivano all’appuntamento con stati d’animo differenti. Mentre i capitolini hanno pagato una condizione fisica precaria dopo il lockdown, l’undici di Walter Zenga ha ripreso la marcia di inizio stagione, blindando già la salvezza. Reduce dal pareggio interno con il Sassuolo per 1-1, il Cagliari giunge a Roma senza pressioni di classifica, ma con la voglia di riscattare la bruciante sconfitta patita nel girone d’andata. Lazio Cagliari è una sfida delicata, che vivrà anche dell’estro e della voglia di gol dei due bomber principali del match: Ciro Immobile e Giovanni Simeone.

Immobile, un gol per la Lazio e per la gloria

La poca brillantezza della Lazio in fase realizzativa si può ricondurre in buona parte a un deludente stato di forma di Ciro Immobile. Il bomber campano, costretto a un tour de force per l’assenza di rotazioni in attacco, ha palesato un ritardo nella condizione fisica che è costato diversi errori davanti alla porta avversaria. La sua stagione, però, resta impressionante. Trenta i gol realizzati sino ad oggi, appena tre nel post lockdown, due dei quali su calcio di rigore. L’ultima prestazione in casa della Juventus ha però fatto riscattare qualcosa nell’animo del bomber, riapparso decisivo e lucido nei momenti chiave del match. Un palo e il gol nel finale lo hanno riportato in vetta alla classifica marcatori, a pari merito con Cristiano Ronaldo. I due campioni gareggiano per il titolo di capocannoniere della Serie A e per la Scarpa d’Oro, che vede attualmente in testa Robert Lewandowski con 34 reti. Immobile tiene molto ai premi individuali, ma prima di tutto vuole riportare la Lazio in Champions League. Un obiettivo che a Roma manca da ormai 13 anni. Per farlo cercherà di bucare già questa sera la porta sarda. E i precedenti con il Cagliari fanno ben sperare. Sono 9 le partite già giocate contro i rossoblù: 6 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta il bilancio. Imbattuto con la casacca laziale. In due dei tre match disputati all’Olimpico, Ciro ha confezionato due doppiette. Sette, invece, i gol totali realizzati, con un assist. L’11 marzo 2018, in un Cagliari-Lazio 2-2 Immobile siglò inoltre una delle reti più belle della sua carriera con un colpo di tacco dal limite dell’area nei minuti finali. La storia è dalla sua parte, e Ciro non vede l’ora di rinnovare numeri e statistiche.

Simeone, il bomber corteggiato dalla Lazio, ma decisivo con il Cagliari

Dall’altra parte del campo la retroguardia laziale dovrà fare i conti con Giovanni Simeone, prima punta di qualità che in Sardegna sembra aver trovato l’ambiente ideale per esprimersi ai massimi livelli. Alla sua prima stagione in rossoblù, il figlio di Diego è già arrivato a 10 gol e 4 assist in 33 presenze. Secondo miglior realizzatore della squadra dopo Joao Pedro (18 reti), l’argentino è ripartito alla grande nel post lockdown. Quattro le reti già a referto, due decisive per la vittoria sulla Spal (1-0) e nel pareggio per 1-1 con il Bologna. Corteggiato a più riprese dalla Lazio, Simeone non è mai stato convinto al 100% dal progetto biancoceleste. Per ora, ai capitolini, si diverte a segnare, anche se in carriera non li ha mai battuti. Negli otto precedenti, infatti l’attaccante ha totalizzato tre pareggi e cinque sconfitte, mettendo però a segno due gol, l’ultimo dei quali nella partita d’andata. Tra i top club italiani, solo a Roma (4) e Napoli (3) ha rifilato più reti. La sfida con Immobile è aperta.

Marco Barbaliscia

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.