LAZIO. Inzaghi alle prese con una rosa extra-large: 40 giocatori da gestire tra conferme ed addii

ROSA LAZIO 2018 SITUAZIONE ESUBERI – Sette acquisti, due sole cessioni importanti: la rosa della Lazio va sempre più allargandosi in queste settimane di calciomercato. Con gli arrivi di Badelj e Correa in via di definizione, mister Inzaghi si trova a gestire un gruppo di ben 40 giocatori. I biancocelesti saranno impegnati in tre competizioni ma il numero di calciatori è troppo elevato e qualche elemento lascerà inevitabilmente Formello in via definitiva o in prestito. Tra conferme, partenze ed esuberi, cerchiamo di fare il punto della situazione sulla rosa biancoceleste.

PORTIERI – Strakosha, Proto, Guerrieri, Adamonis: sono questi gli estremi difensori portati in ritiro ad Auronzo da Inzaghi. L’albanese sarà il titolare anche la prossima stagione con il neo arrivato Proto destinato, almeno in partenza, al ruolo di “portiere di coppa”. Il belga sta vivendo un ritiro da protagonista, complice anche l’infortunio alla schiena che ha tenuto fermo Strakosha per diversi giorni. Da definire, invece, il futuro dei due giovani: uno lascerà Formello, e il favorito sembra essere Adamonis: il lituano potrebbe tornare alla Salernitana o essere mandato in prestito in un’altra società di Serie B. Guerrieri sarà il terzo portiere anche la prossima stagione.

DIFENSORI – Tante novità in questo reparto in casa Lazio: partiti De Vrij ed il giovane Prce, sono arrivati Acerbi e Durmisi. Attualmente i seguenti sono i giocatori a disposizione di Inzaghi: Caceres, Acerbi, Radu (probabile terzetto titolare), Wallace, Luiz Felipe, Bastos (le alternative) e poi Durmisi, Filippini, Germoni, Mauricio, Lukaku, Patric. Di questi ultimi sei, probabilmente qualcuno lascerà Formello per trovare spazio altrove: il neo acquisto Durmisi ricoprirà il ruolo di vice-Lulic o, all’occorrenza, un’alternativa a Radu, mentre resta da definire il futuro di Patric. Lo spagnolo, vero e proprio jolly dello scacchiere laziale lo scorso anno, potrebbe trovare poco spazio la prossima stagione e la società sta valutando l’ipotesi di una sua partenza. Mauricio tornerà in patria, Germoni verrà mandato a fare esperienza. Da definire le situazioni di Lukaku e Filippini: sul belga è forte l’interesse del Leicester ma il suo arrivo ad Auronzo rialza le possibilità di una sua permanenza. Il giovane, invece, nonostante un buon ritiro, lascerà la Lazio per un club che gli permetta un sufficiente minutaggio.

CENTROCAMPISTI – L’arrivo quasi certo di Badelj permetterà di rinfoltire ancora di più la rosa. Se però il croato era un colpo “necessario” perché la squadra aveva bisogno di un vice-Leiva, anche in questo reparto gli esuberi sono molti. Attualmente in rosa ci sono, oltre all’ex Liverpool, anche: Basta, Marusic, Di Gennaro, Milinkovic, Murgia, Parolo, Cataldi, Minala, Bruno Jordao, Berisha, Lulic e Crecco. Gli “intoccabili” sono ovviamente Parolo, Lulic, Marusic e il nuovo arrivato Berisha: anche Murgia, nonostante la giovane età, ha già un ruolo importante nel mezzo del campo. Bruno Jordao, arrivato a Roma con tante aspettative, non ha ancora esordito in Serie A: questo lascia presupporre che Inzaghi vorrà tenerlo per dargli almeno una possibilità. In uscita Minala, che piace in Turchia, Cataldi, che interessa all’Empoli, e Crecco, che piace in Serie B. Davide Di Gennaro sembra invece destinato a lasciare i biancocelesti: l’arrivo di Badelj è un ulteriore conferma del fatto che Inzaghi non creda all’ex Cagliari nel ruolo di vice-Leiva. Oggi il mister ha tenuto a colloquio Di Gennaro per diversi minuti, la partenza sembra ormai solo questione di ore. Da definire il nodo Basta: il laterale, apparso in difficoltà nel ritiro di Auronzo, potrebbe lasciare la Lazio. E Milinkovic? Il serbo rimane il pezzo più pregiato della rosa, lunedì sarà in ‘Paideia’ per le visite mediche ed iniziare così la sua stagione. Con la Lazio? Lotito vuole tenerlo, ma a fronte di un’offerta milionaria sarà difficile trattenerlo. Il giocatore, con la testa, è pronto ad approdare in un top club.

ATTACCANTI – Una vera rivoluzione ha toccato, infine, il reparto offensivo, l’unico dove ancora potrebbero esserci sorprese sia in entrata che in uscita. L’arrivo di Sprocati e il ritorno di Rossi stanno colmando, al momento, le partenze di Felipe Anderson, Nani e del giovane Palombi. In entrata la Lazio cerca ancora rinforzi: Correa è a un passo dai biancocelesti, e il ds Tare vorrebbe chiudere anche per un’altra punta. Wesley e Perez i nomi più probabili per sostituire Caicedo nel ruolo di vice-Immobile. L’attaccante napoletano e Luis Alberto sono i punti fermi del reparto offensivo della prossima stagione: il buon ritiro disputato dal giovane Rossi potrebbe aver fatto cambiare idea ad Inzaghi, il quale potrebbe tenerlo in rosa mandando via Caicedo. Poi ci sono “gli altri”: Lombardi, Morrison, Kishna, Oikonomidis, Perea e Pedro Neto. Escluso il portoghese, nessuno degli elencati dovrebbe rimanere alla Lazio: se non si dovesse trovare una soluzione, tutti potrebbero finire fuori rosa.

UN BILANCIO – Facendo un rapido conto, siamo arrivati a 40 giocatori, un numero che fa paura se considerato che ne potrebbero sopraggiungere degli altri. Al lungo elenco c’è da aggiungere Vargic (ormai completamente fuori dal progetto biancoceleste), per il quale la società spera di trovare presto una soluzione così come fatto con Marchetti e Djordjevic. Le ultime settimane di mercato saranno incentrate quasi totalmente sulla gestione degli esuberi, con la speranza che si riesca a resistere agli assalti per Milinkovic. Inzaghi aspetta le ultime mosse e nei colloqui avuti in questi giorni con la società ad Auronzo si sarà parlato anche di questo: l’allenatore spera di ritrovarsi a Formello un gruppo almeno dimezzato. Uno sfoltimento impegnativo, da sbrigliare con attenzione.

Marco Barbaliscia

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.