Luis Alberto, da ‘Mago’ a fantasma: servono fiducia e carattere per tornare al top

FOCUS LUIS ALBERTO LAZIO – Sono tanti i motivi che hanno portato la Lazio ad uscire sconfitta dal derby. Tra questi vi è sicuramente la presenza-assenza di giocatori chiave in mezzo al campo come Milinkovic e Luis Alberto. Nella partita più importante di questo inizio di campionato, Simone Inzaghi si è affidato, ancora una volta, al talento del ‘Mago’ che però ha ampiamente deluso le aspettative. I numeri dello spagnolo parlano chiaro: solo 33 palloni giocati in quasi un’ora di gioco, due tiri tentati e nessuno nello specchio, appena due occasioni create e nessun fallo subito. Come mai Luis, decisivo contro Frosinone ed Apollon, si è trasformato in un fantasma nel derby? Lo spagnolo, preso a sandwich da De Rossi e N’Zonzi, non è riuscito a filtrare palloni interessanti per Immobile e si è sempre tenuto lontano dall’area di rigore avversaria.

POCO CARATTERE – Un’eccessiva sufficienza nelle giocate ed il cosiddetto ‘Killer-instict’ non pervenuto hanno connotato in negativo la sua prestazione. Nel derby la cattiveria agonistica è il primo elemento per risultare decisivi e lo spagnolo l’aveva dimenticata nello spogliatoio. L’occasione in area di rigore in cui incespica sul pallone invece di calciarlo con violenza verso la porta di Olsen è l’emblema di una partita sbagliata a livello mentale. I senatori, tra cui Lulic, Parolo ed Immobile, sembra abbiano avuto un lungo confronto con il giocatore a fine partita. Al di là della pubalgia accusata sul finire della stagione passata, i problemi per lo spagnolo non sembrano essere di natura fisica: l’addio di Anderson gli ha tolto, forse, quella sana pressione di essere sempre in competizione per una maglia da titolare. Bisogna tornare a sudare, a correre, a combattere: i senatori lo sanno, per Luis Alberto è arrivato il momento di capirlo.

Marco Barbaliscia

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.