Reja vara il 3-4-3, recupera Gonzalez ma perde Dias e Konko. In dubbio Postiga, Biava stringe i denti

QUI FORMELLO – Venticinque aprile di lavoro per la truppa di Reja, che, per un giorno, vorrebbe certamente “liberarsi” di tutti i problemi di formazione e marciare compatta su Livorno. Invece il goriziano, che domani parlerà in conferenza stampa alle ore 15.45,  già privo del panzer Klose infortunato, gli squalificati Radu e Novaretti, a 48 ore dal match perde definitivamente  Abdoulay Konko e Dias. In più, come se non bastassero queste nutrite assenze, ecco arrivare un nuovo dubbio di formazione: Postiga, sofferente per un problema alla palla che lo mette in dubbio per domenica. Ma dall’infermeria (CLICCA QUI PER IL PUNTO MEDICO DEL DOTT. BIANCHINI) arrivano anche notizie positive riguardanti Gonzalez che si è allenato con la squadra ed è disponibile per la trasferta di Livorno. In dubbio, ma più verso il si, la presenza di Giuseppe Biava ancora sofferente al ginocchio. Dalla prossima settimane torneranno in gruppo Dias, Klose e lo stesso Konko. Per domenica sempre più probabile la conferma del 3-4-3.

QUI LIVORNO – Ma non ci sono buone notizie nemmeno per il tecnico del Livorno Nicola che tornerà in panchina proprio contro la Laziodopo Luci, Ceccherini e Mbaye rischia di non avere a disposizione nemmeno Emeghara che ha accusato un problema muscolare. Il tecnico amaranto dovrà puntare solo su Paulinho per tentare di raggiungere l’impresa della salvezza. Al posto dell’attaccante svizzero dovrebbe esserci in campo Belfodil che non ha ancora convinto in questa sua esperienza toscana. E un grande doppio ex come Igor Protti mette in guardia la squadra amaranto: “La LAZIO ė micidiale nelle ripartenze. KEITA e CANDREVA possono fare la differenza”.

CALCIOMERCATO– Si continua a parlare di calciomercato nonostante la sessione estiva avrà inizio tra 60 giorni. Il nome nuovo è quello di JONAS, attaccante classe ’84 del VALENCIA. Il club andalusiano compirà un’autentica rifondazione il prossimo anno ed il brasiliano, nonostante le dieci marcature realizzate in campionato, è uno di quei giocatori in procinto di partire. Un addio propiziato anche da un contratto in scadenza nel 2015. Nome ‘vecchio’ e noto, invece, è quello di Rakitic che ha strizzato l’occhio all’Italia: “Sono orgoglioso che in Italia venga fatto il mio nome. Futuro? Vedremo a fine stagione”. Ma sul giocatore si sta muovendo anche il Napoli. Intanto nel giro di 10-15 giorni potrebbe essere ufficializzata la firma del rinnovo di Klose e BiavaIntanto l’amministratore delegato del Nantes, Frank Kita, allontana le voci di un possibile addio di Trebel, accostato alla LAZIO negli ultimi giorni: “Non possiamo vendere tutta la squadra. Non partirà nessuno se prima non compriamo qualcuno“. Ma il fantasista ha il contratto in scadenza a giugno, la scelta spetta solo a lui.

NUOVE PROPOSTE PER IL CALCIO – I tre maggiori rappresentati della Fifa e dell’Uefa hanno preso la parola quest’oggi proponendo dei cambiamenti nel mondo del calcio. Blatter ha avanzato l’idea di mettere dei limiti sul numero di stranieri in campo dal primo minuto per agevolare la crescita e il lancio dei giovani provenienti dal vivaio. Il responsabile della commissione arbitri Pierluigi Collina invece ha suggerito l’idea di far restare fuori dal campo lo stesso tempo dell’avversario che sta ricevendo le cure chi fa fallo e viene ammonito.  Infine Platini ha parlato del fair-play finanziario: “Le prime decisioni saranno annunciate a inizio maggio. Se vi aspettate lacrime e sangue, sarete delusi. Ci saranno provvedimenti duri, ma non esclusioni dalle competizioni europee“.

Carmine Errico
Twitter: @carmineerrico

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.