Maurizio Sarri e la Lazio: storia dell'ex Chelsea e Juventus

Pubblicato 
martedì, 06/09/2022
Di
Daniele Izzo
lazionews-lazio-calcio-sarri-scheda-allenatore
Tempo di lettura: 3 minuti

L’ultimo dei romantici. Non amerà quest’etichetta, come d’altronde tutte le altre, ma certo è che Maurizio Sarri con il calcio d’oggi nulla c’entra. Mentre il mondo delle pedate corre verso l’ipertrofia, ammiccando l’occhio a un calendario sempre più folto; mentre il denaro e il ‘risultatismo’ hanno la meglio, senza ombra di discussione, sulla passione, la tattica e lo studio del gioco, l'allenatore della Lazio è tra i pochi a perpetuare una direzione opposta e contraria.

Chi è Maurizio Sarri, l'allenatore della Lazio

La biografia di Maurizio Sarri

Maurizio Sarri nasce a Napoli il 10 gennaio 1959. Cresciuto a Castro, provincia di Bergamo, e successivamente in Valdarno, dopo le giovanili nella squadra locale del Figline, il giovane 'Mau' prova, senza successo, a entrare nel calcio professionistico sostenendo due provini con Torino e Fiorentina. Perciò intraprende, parallelamente a quella calcistica, la mansione di impiegato bancario.

La carriera in banca prima di essere allenatore

Entra a far parte della Banca Toscana e inizia a lavorare non solo in Italia, ma in tutta Europa. Dopo aver operato in Inghilterra, Germania, Svizzera e Lussemburgo, nel 1990/91 Sarri inizia la carriera da allenatore. La svolta, tuttavia, arriva nel 1999. 'Mau' è insofferente al lavoro d'ufficio e opta per una decisione tanta azzardata quanto coraggiosa: lasciare la banca per dedicarsi completamente al calcio.

La scelta vincente

La scelta è vincente. La Sangiovannese, guidata dalla Serie C2 alla C1, funge da trampolino di lancio. Sarri, dopo una lunga gavetta tra le panchine di Arezzo, Avellino, Verona, Perugia, Grosseto, Alessandria e Sorrento, arriva a Empoli. In Toscana guida gli azzurri alla Serie A e si merita la chiamata del Napoli.

Il resto è storia recente. Un pensiero calcistico diventato lessico e tante vittorie sulle panchine di Chelsea e Juventus. Il tutto prima di approdare alla Lazio. L'ennesima sfida da vincere del 'Comandate'.

La carriera da giocatore

  • 1975-1982: Figline Valdarno
  • 1982-1990: Grassina
  • 1990-1991: Stia

La carriera da allenatore

  • 2003-2005: Sangiovannese
  • 2005-2006: Pescara
  • 2006-2007: Arezzo
  • 2007: Avellino
  • 2007-2008: Hellas Verona
  • 2008-2009: Perugia
  • 2010: Alessandria
  • 2011: Sorrento
  • 2012-2015: Empoli
  • 2015-2018: Napoli
  • 2018-2019: Chelsea
  • 2019-2020: Juventus
  • 2021- : Lazio

I trofei vinti da Maurizio Sarri

Il palmares di Maurizio Sarri è di tutto rispetto. Senza contare i numerosi titoli ottenuti nelle serie minori, il tecnico toscano vanta uno Scudetto, conquistato alla guida della Juventus nella stagione 2019-20, e una Europa League, vinta l'anno precedente con il Chelsea.

'Sarrismo': un pensiero calcistico diventato lessico

Insomma, una Europa League, uno scudetto, ma soprattutto una filosofia, nutrita e cresciuta nei campi di provincia, che diventa lessico nella ‘Treccani’.

La concezione del gioco del calcio propugnata dall’allenatore Maurizio Sarri, fondata sulla velocità e la propensione offensiva; anche, il modo diretto e poco diplomatico di parlare e di comportarsi che sarebbe tipico di Sarri.

Definizione di 'Sarrismo' nell'enciclopedia 'Treccani'

5 curiosità su Maurizio Sarri

  • Prima di intraprendere la carriera da allenatore, Sarri è stato un impiegato bancario
  • Bukowski, Fante e Vargas Llosa: sono questi gli autori preferiti da 'Mau', appassionato di letteratura
  • Ciclismo e calcio lottano nella sua infanzia: il padre Amerigo prova a portarlo sulle due ruote, senza successo. Meglio il pallone che rotola
  • Fin dai tempi della Sansovino, Sarri è soprannominato 'Mister 33'. Il motivo? La creazione di 33 schemi da utilizzare sulle palle inattive
  • Sarri è stato il primo in Italia ad utilizzare il drone durante gli allenamenti

La vita privata di Maurizio Sarri

Maurizio Sarri è felicemente sposato con Marina. La moglie di 'Mau' vive una vita lontano dai riflettori e nel corso degli anni è apparsa in pubblico veramente poche volte. Dal matrimonio dei due è nato Nicolè Sarri, unico figlio della coppia.

Daniele Izzo

,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram