Tempo di lettura: 2 minuti

MURIQI LAZIO CONFERENZA STAMPA – Finalmente Vedat Muriqi. La Lazio, dopo una lunga attesa, può abbracciare l’attaccante kosovaro prelevato in estate dal Fenerbahce per 20 milioni di Euro. Secondo acquisto più oneroso della gestione Lotito dopo Zarate, Il Pirata si allena da una settimana a Formello. Il suo inserimento è stato rallentato da una noia muscolare patita in ritiro con il club turco e dal Coronavirus, contratto dal giocatore dopo aver svolto le visite mediche con la Lazio. Adesso, però, i problemi sono alle spalle. Muriqi è pronto a debuttare con l’aquila sul petto. Protagonista in allenamento con gol e giocate spettacolari, Vedat Muriqi si è presentato all’ambiente Lazio in conferenza stampa.

Igli Tare sull’acquisto di Vedat Muriqi

“E’ un piacere presentare Vedat Muriqi. In estate abbiamo avuto una trattativa molto faticosa e lunga con il Fenerbahce. Siamo contenti di aver portato a casa il suo acquisto. Vedat si aggiunge ad un reparto molto forte, composto da giocatori come Immobile, Correa, Caicedo. Hanno tutti contribuito tantissimo a portare la Lazio dove sta oggi, Muriqi va a completare un reparto che affronterà tre competizioni faticose ed importanti. Sarà fondamentale per raggiungere i nostri obiettivi stagionali”.

La conferenza stampa di Vedat Muriqi

“Sono onorato di essere qui, farò del mio meglio. Sarò il Muriqi della Lazio, non l’Ibrahimovic della Lazio. Ci sono differenze tra giocare in Turchia e in Italia. Giocherò con questa squadra per raggiungere i nostri obiettivi. Il mio personale è aiutare il club ad ottenere tutto ciò che desidera”.

Gli obiettivi personali di Muriqi

“Non voglio avere pressione addosso, amo il gioco di squadra più che fare il solista. Farò del mio meglio per aiutare la squadra dentro e fuori dal campo. Gol? La pressione mi permette di raggiungere successo, ma io non mi pongo limiti o traguardi. Il mio unico scopo è dare sempre il 100%. Sono in uno dei club più grandi in Italia, nella prima squadra della capitale. Voglio essere grande quanto lo è già questo club”.

La scelta della Lazio

“In estate ho avuto tantissime offerte, ho scelto la Lazio per lo stile di gioco e per il fatto che il direttore sportivo viene dall’Albania. La Lazio rappresentava per me la migliore opzione, è un onore essere qui. Giocare con Ciro Immobile, Scarpa d’Oro, è un sogno. Farò il possibile per imparare da lui, e cercherò di supportarlo dentro e fuori dal campo per permettergli di fare ancora tanti gol”.

Le caratteristiche e il derby Lazio Roma

“Non sta a me dire il ruolo adatto alle mie caratteristiche, l’allenatore sa quale sarà la posizione giusta per me. Cercherò di fare tutto per aiutare la squadra anche in difesa. Il derby di Roma si conosce in tutto il mondo, anche in Turchia è seguito. Sono contento e non vedo l’ora di giocarlo. Quando sono arrivato molti tifosi mi hanno scritto, ho detto loro che farò del mio meglio. Vestirò sempre la maglia con onore, poi le cose in campo possono andare più o meno bene, ma io darò sempre tutto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.