lazionews-lazio-immobile-ciro-italia-conferenza
Getty Images

IMMOBILE LAZIO ITALIA – Protagonista indiscusso dell’inizio di campionato della Lazio, Ciro Immobile vuole stupire anche con la maglia della Nazionale. Dopo il gol realizzato contro la Finlandia, il bomber biancoceleste cercherà di ripetersi nelle prossime sfide con Grecia e Liechtenstein. Il capocannoniere della Serie A è intervenuto in conferenza stampa dal ritiro azzurro di Coverciano: queste le sue parole.

Ruolo in Nazionale

“L’alternanza fa comodo, la concorrenza fa bene a te e alla squadra. Questo al netto del mio rapporto speciale con Belotti. Facciamo un ruolo particolare, io e il Gallo per fortuna stiamo segnando di più. Lui ne ha segnati due, io uno dopo tanto tempo. Ha detto bene il mister, il dualismo è giusto in ogni ruolo. Siamo concentrati. Se giocheremo due gare a testa o una io o una lui, non lo so: l’importante è essere sereni e che la squadra vinca, ci sarà spazio per tutti. Quale vorrei giocare? Chiaro, giocando a Roma, vorrei mettere in difficoltà il mister per giocare nel mio stadio”.

Maglia verde

“La maglia è particolare, il nostro colore è l’azzurro ma questa è una terza maglia. Saremo orgogliosi di indossarla come in passato col verde, col bianco. Speriamo di raggiungere lo stesso risultato del ’54 con l’Italia che vinse 2-0 con l’Argentina”.

Paragoni

“Essere accostato ai grandi, Aguero, Lewandowski, è un orgoglio. Ho sempre lavorato per raggiungere questi livelli, purtroppo sono mancato nelle situazioni che potevano farmi fare un salto in più. Con l’Italia ho un debito, spero di saldarlo e di fare qualcosa di importante sia sabato all’Olimpico che, soprattutto, all’Europeo. A Roma sarà bello, emozionante”.

Lazio

“Siamo partiti a rilento, ci manca continuità, il passo che ci possa far stare con le grandi. E’ il campionato più difficile degli ultimi anni, non ci sono più squadre materasso, partite facili. Tutte vogliono dire la loro e lo stanno facendo bene. Sono tre anni che lottiamo per la Champions e non la raggiungiamo, al di là della vittoria in Coppa Italia serve far meglio in campionato”.

Inzaghi

“Il dibattito con Inzaghi? Mi fa piacere che se ne parli ancora: significa che quello che ho dato in questi anni, voi che mi conoscete bene, vi fa sembrare tutto strano. Per questo non c’è una spiegazione. Avevo segnato, mi sentivo bene, ho sbagliato e non ho scuse. E’ una cosa che non si fa, è sbagliata. Bisogna capire il momento, la situazione del giocatore in campo. Però grazie alla fiducia del mister, non sbaglierò più. Anzi, mi metto d’accordo col mister, magari lo rifacciamo, visto che da allora ho fatto quattro gol in una settimana”. 

Episodi razzisti Lazio Rennes

“Io e la società ci dissociamo, non so cosa sia successo. Ho letto qualcosa ma meno se ne parla, meglio è. Vede la UEFA e decide, non voglio dar spazio io a cose che vanno condannate. Stiamo lottando per questa situazione e la Lazio farà la cosa migliore”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.