Roma, Fonseca: "Il derby è una partita speciale, siamo motivati. Striscione su Zaniolo? Inaccettabile"

Pubblicato 
sabato, 25/01/2020
Di
Redazione Lazionews.eu
LAZIONEWS-LAZIO-FONSECA
Tempo di lettura: 4 minuti

FONSECA ROMA LAZIO CONFERENZA STAMPA - Alla vigilia del derby tra Roma e Lazio l'allenatore dei giallorossi Fonseca è intervenuto in conferenza stampa per parlare della partita. Ecco le sue parole.

L'affetto dei tifosi

“E’ bellissimo per noi vedere questo appoggio dei nostri tifosi romanisti, sono molto contento. E’ importantissimo per noi. In tutti i momenti i nostri tifosi ci hanno dato sempre un sostegno importante e in questo momento dobbiamo lottare per loro e fare una buona partita perché loro meritano il nostro impegno”.

Situazione infortunati

“Abbiamo Perotti e Pastore che non hanno la condizione per iniziare la partita ma saranno in panchina, è una buona notizia. La squadra sta bene, è fiduciosa e motivata. Abbiamo la condizione per fare una buona partita domani”.

Sulla formazione

“Devo dire che giocheremo con la difesa a 4 e non a 3, se gioca Spinazzola, Santon, Kolarov, domani vediamo”.

Su Kluivert

“Come sta? Meglio che l’ultima partita. Con questa situazione di Perotti e Zaniolo, Kluivert è stato infortunato. Si è allenato pochi giorni e dopo ha giocato 90′. E’ stato molto stanco dopo e per un giocatore che è stato infortunato per tanto tempo giocare 90′ è pesante. Con la Juve abbiamo avuto altre soluzioni e non ha fatto una buona partita, era molto stanco. Lo abbiamo recuperato questa settimana e domani possiamo vedere un Kluivert diverso da quello visto con la Juve”.

Diawara e Cristante

“Sono ottimista, i prossimi giorni sono importanti. Non c'è bisogno di fare l’operazione adesso ma vediamo nei prossimi giorni. Sta migliorando e credo che non abbiamo bisogno dell’intervento. Sono io che parlo, dico quello che credo perché ho parlato con Diawara oggi e mi ha detto che sta meglio di ieri. Questi giorni sono importanti per capire dell’intervento.
Giocherà Cristante, è vero che non è nella condizione di fare 3 partite dopo l’infortunio ma in questo momento non abbiamo altre soluzioni. Se Mancini gioca come centrocampista non è la stessa cosa. Nella mia opinione non dobbiamo cambiare molto la squadra in questo momento”.

Motivazioni per la partita

“Penso che questa è una partita in cui sono tutti motivati, è una partita speciale, non abbiamo bisogno di parlare di più perché la motivazione è alta. Credo che chi gioca meglio ha possibilità di vincere. Se giochiamo una partita e speriamo nella fortuna, la possibilità di perdere è molto alta. Io capisco questa idea ma per me una squadra che domina la partita, che ha iniziativa e coraggio è sempre più vicina alla vittoria. Poi non succede ma credo in questo”.

L'atteggiamento della squadra

“Abbiamo perso solo con la Juve. Io non so mai il risultato prima della partita ma la mia intenzione è sempre giocare per vincere. In Italia è difficile vincere qualsiasi partita, sia contro SPAL che Juve. E’ importante avere un’ambizione e coraggio per vincere, contro Juve, SPAL, Lecce… E’ vero che abbiamo perso queste due partite con la Juve ma sono sempre orgoglioso del coraggio dei miei perché abbiamo perso ma la squadra aveva un' identità considerando che giocava contro una squadra come la Juve”.

Lo striscione su Zaniolo

“Penso che chi l’ha fatto non è un tifoso di calcio, non è accettabile. Non è una persona che ama il calcio."

Roma sfortunata

“Onestamente non lo penso, penso al momento e devo solo pensare quello che la squadra può fare nel presente. Abbiamo questi giocatori ed è con questi che dobbiamo giocare. Ho fiducia in tutti. Se sono preoccupato? Sono preoccupato perché se si infortuna un giocatore non ho altre alternative, ma non per la fiducia nella squadra. Se non gioca uno e abbiamo un’altra soluzione gioca l’altro. Non mi piace lamentarmi in questo momento, giochiamo con questi, deve essere così”.

Sulla partita con la Juve

“Quello che io ho promesso penso che quasi in tutte le partite lo abbiamo fatto, ovvero l’atteggiamento e il grande coraggio della squadra, giocare sempre per vincere. Abbiamo perso due partite con la Juve e una con il Torino e nessuno può dire che la squadra non ha giocato con coraggio. Abbiamo perso, è vero, la Juve è una squadra molto forte ma noi non giochiamo la partita per difendere solo, e questa squadra ha sempre avuto questo atteggiamento. Io ho parlato con voi di due partite che non mi sono piaciute ma le altre sempre con il giusto atteggiamento. Abbiamo iniziato la prima partita con la Juve e dopo otto minuti eravamo sotto di due gol. Non è facile per una squadra avere una reazione come l’abbiamo avuta noi. Non è facile prendere tre gol e dopo la squadra entra e prova a cambiare il risultato, e abbiamo creato occasioni. E’ questo l'importante, sentire l’atteggiamento e il coraggio. Dopo possiamo pareggiare, perdere e vincere ma sono orgoglioso dell’atteggiamento. Non ho visto una squadra che solo difende o aspetta la fortuna."

Calciomercato

"Sul mercato sono molto sereno: vi sembra che Fonseca in questo momento è arrabbiato con Petrachi? No, io sto lavorando con Petrachi e Guido per portare le migliori soluzioni in questo momento per la Roma, tutte insieme. Sono molto fiducioso che a fine mercato noi avremo i giocatori di cui abbiamo bisogno. Lavoriamo tutti i giorni per questo. Vediamo, le caratteristiche sono chiare per me, deve essere un giocatore che giochi bene dentro, veloce, in profondità. Se prenderemo un centrocampista? Vediamo”.

Difesa alta

“Se abbiamo possibilità lo stesso, mi piace difendere più lontano della nostra porta, se abbiamo questa possibilità perché a volte se l’altra squadra è molto forte ci obbliga a difendere più basso e dobbiamo farlo ma vogliamo difendere alto”.

Pressione per il derby

“Io penso solo alla partita di domani. Penso che ho sentito questa settimana dopo la partita con la Juve tutti i giocatori molto motivati, io ho parlato di pressione, penso che una volta qui la maggior pressione che abbiamo è quella che noi ci mettiamo. Tutti qui sappiamo quanto è importante questa partita. Se Pellegrini e Florenzi la sentono di più? Magari sentono più l’importanza di questa partita ma ho sentito tutti i giocatori sereni, equilibrati e con fiducia”.

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram