Tempo di lettura: 3 minuti

NOTIZIE SS LAZIO – Settimana fitta per la LAZIO che, dopo il match casalingo contro il MILAN, si appresta ad affrontare il GENOA allo stadio ‘Ferraris’. Una gara, valida per il 30esimo turno di campionato, che il tecnico Edy REJA presenta in conferenza nella sala stampa di Formello alle ore 13.30. 

La formazione la fa il medico?
“Oggi sì, Klose non c’è, Marchetti è poco probabile. Non ho ancora chiara tutta la situazione però ci sono parecchi acciaccati. Mi auguro di recuperare qualcuno”.

Variazioni tattiche in vista?
“Cerco di fare delle valutazioni, proviamo anche moduli diversi quindi i ragazzi potrebbero anche cambiare. Non abbiamo molte alternative, dobbiamo cercare le soluzioni per vincere. Siamo distanti dalle posizione che contano e quindi dobbiamo giocarcele tutte senza fare i conti”.

Con il Genoa decisiva?
“Sono tutte decisive, lo era con il Milan, siamo rammaricati per non aver vinto perché era nelle nostre possibilità. Resta un po’ di rabbia considerando come è andata la partita. Da oggi pensiamo al Genoa per recuperare i punti che stiamo perdendo all’Olimpico. Dobbiamo vincere fuori se vogliamo avere ambizioni importanti”.

Il modulo per domani vista le assenze di Lulic e Biglia?
“Ogni giocatore ha caratteristiche diverse, ho trovato questa soluzione. In base alle assenza deciderò che squadra schierare. Devo valutare Postiga, che è tanto che non gioca, vedremo se riuscirò a impiegarlo. Oppure ci sono Perea e Mauri, che potrebbe giocare come falso nueve. Devo vedere oggi, ma chi scenderà in campo deve essere in condizione perché il Genoa aggredisce molto e sta vivendo un momento particolare di forma. A noi il compito di fare risultato”.

Un confronto con Gasperini?
“Siamo due tecnici pragmatici, soprattutto Gasperini ha fatto benissimo a Genoa. Conoscevo anche io la forza della mian squadra, quindi siamo stati facilitati nei compiti. Lui lavora in un ambiente più sereno, per me ci sono alti e bassi. Ci sono momenti di esaltazioni e altri di critiche. Abbiamo avuto entrambi delle risposte positive e abbiamo tirato fuori le nostre squadra da una classifica difficile. Anche la Lazio non stava messa benissimo”.

Ogni volta la Lazio si perde nel momento decisivo…
“Per quello ero arrabbiato domenica, avevamo un’opportunità straordinaria. Non finiva il campionato domenica ma potevamo vincere. Da qui alla fine arriveranno altre chance, cercheremo di non fallirle più. Nel primo tempo abbiamo fatto il compitino e aggredito poco, nel secondo siamo andati meglio. Se non ci annullavano il gol, la partita poteva prendere un’altra piega”.

Come si esce dalla situazione tifosi?
“Non intendo più parlarne, ho detto le mie idee. Chiudiamo l’argomento sperando che l’ambiente si possa ricompattare”.

Felipe Anderson non si è più visto dal rigore sbagliato col Ludogorets…
“Io devo considerare quello che vedo in settimana, se ci sono dei giocatori che mi danno delle sicurezze non trascuro un loro impiego. Da qui alla fine ci saranno opportunità anche per lui ma deve dimostrarmi più maturità senza farsi condizionare da un rigore sbagliato. Voglio vedere in settimana che cerca di recuperare posizioni”. 

Quanti punti servono per andare in Europa?
“Dipende da quello che faremo noi e negli scontri diretti. Andremo a San Siro con l’Inter, il Parma in casa ma non dobbiamo perdere il contatto con le altre squadre. A noi il futuro, l’ho detto l’altra volta. Ma non possiamo più sbagliare. Non è facile raggiungere l’obiettivo m dobbiamo provarci già da domani nonostante le assenze. Ho una rosa adeguata, cercheremo di vincere lo stesso”.

Klose?
“Può darsi che salti anche il Parma, stamattina ci siamo visti, oggi non farà niente, domani pomeriggio svolgerà un allenamento leggero. Da giovedì forse si aggregherà e vedremo come sta”.

Biava?
“Quando fa partite intense come quelle con il Milan ne risente. Ci vogliono 24 ore per recuperare, poi vediamo come sta. Credo sia recuperabile, è un giocatore che non molla mai. Vuole esserci sempre, credo che ci sarà”.

Chi sono recuperabili?
“Credo solo Biava. Dias, Klose, Marchetti, Ciani, Pereirinha, Biglia sono out. Ne ho contati 7, poi c’è l’ottavo ancora che è ancora un punto interrogativo”.

Postiga?
“E’ in buona condizione, se sta bene mi interesserebbe impiegarlo dall’inizio. La mia idea è metterlo dopo, però per necessità potrei metterlo anche subito e vedere come va. Oggi pomeriggio vediamo come si evolverà la situazione. Da lui mi aspetto un contributo importante, ha mezzi e esperienza importanti. Lo vedo in allenamento, calcia bene, si muove tra le linee, può fare la prima e la seconda punta. Purtroppo ha avuto dei problemi, spero di averlo a disposizione per il rush finale”.

LAZIONEWS.EU SEGUE LA CONFERENZA IN TEMPO REALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!