SPAL LAZIO MURGIA CATALDI – Dopo la convincente prestazione contro l’Inter, la Lazio è attesa dalla seconda trasferta consecutiva: questa volta i ragazzi di Inzaghi fanno visita alla Spal, formazione in piena lotta per la permanenza in Serie A. Una sfida tra “biancocelesti” nella quale i capitolini ritroveranno, per la prima volta da avversario, Alessandro Murgia. Il centrocampista si è trasferito in prestito a Ferrara lo scorso gennaio, lasciando a Roma tanti amici. Tra questi vi è Danilo Cataldi: i due ragazzi sono cresciuti insieme ma i percorsi sportivi li hanno visti prendere spesso strade diverse.

L’EROE DI SUPERCOPPA – Alessandro Murgia ha iniziato la sua avventura in prima squadra con la rincorsa, salvo poi perdere slancio con il passare dei mesi. Nato il 9 agosto 1996, il ragazzo è diventato grande seguendo gli insegnamenti di Simone Inzaghi: il mister lo ha avuto nelle giovanili della Lazio, in Primavera e poi gli ha concesso la gioia del debutto in Serie A (17 settembre 2016, Lazio-Pescara 3-0). Da sempre tifoso biancoceleste, Alessandro ha sfruttato l’entusiasmo della piazza per ricambiare da subito la fiducia dell’allenatore: due reti nella prima stagione tra i professionisti, di cui una decisiva per il 2 a 2 contro il Torino, poi il punto più alto della sua parabola capitolina. Il 13 agosto 2017 un suo gol al 93′ regala alla Lazio la Supercoppa Italiana contro la Juventus: “Ho visto la palla gonfiare la rete tricolore e poi il boato, la gioia mista a confusione, l’emozione, la corsa sotto la curva Nord, l’abbraccio dei miei compagni, dello staff, di tutto lo stadio e la meravigliosa consapevolezza di aver appena fatto il gol della vittoria…”. Sembrava ormai sbocciato il destino del gioiello biancoceleste, eppure qualcosa non va per il verso giusto: l’agguerrita concorrenza a centrocampo e una scarsa concretezza nel gioco portano Inzaghi a relegarlo ai margini delle rotazioni. Dopo aver collezionato appena 4 presenze nella stagione in corso, la società decide di cederlo in prestito alla Spal per permettergli di giocare con più continuità. Mister Semplici lo ha utilizzato in 7 partite su 8 e contro la Lazio sarà nuovamente titolare in mezzo al campo. Sfidare per la prima volta in carriera la “sua” squadra sarà un’emozione nuova per il giovane talento, eroe di un sogno di mezza estate che aspetta la sua definitiva realizzazione.

FINALMENTE DANILO – Nato anche lui nel mese di agosto ma due anni prima di Alessandro, Danilo Cataldi ha avuto un percorso di crescita inverso rispetto al suo compagno. La gioia di indossare la maglia della prima squadra è arrivata solo nel 2015, a 20 anni, dopo aver disputato una brillante stagione in prestito al Crotone (Serie B). Nella partita di esordio (14 gennaio 2015, Torino-Lazio 1-3), regala un assist a Klose per il momentaneo 0-2 ma la gioia più grande arriva due mesi dopo: è il 9 marzo quando indossa per la prima volta la fascia da capitano dopo l’uscita di Stefano Mauri, divenendo così il più giovane calciatore ad aver indossato la fascia nella Lazio. Un traguardo importante, non sufficiente però per confermarlo con continuità nella rosa biancoceleste. Danilo inizia un giro di prestiti che lo portano al Genoa prima e al Benevento poi: con i campani segna un gol proprio contro la Lazio, risultato però ininfluente. L’estate scorsa è poi tornato sotto la guida di Simone Inzaghi: il ritiro di Auronzo ha convinto il tecnico a tenerlo con se. 8 presenze stagionali in Serie A, 14 totali e due gol, uno straordinario ed indimenticabile nell’ultimo derby. Il ragazzo di Ottavia si è ripreso la Lazio e ora spinge per il rinnovo: la scalata all’Olimpo sembra essere (finalmente) conclusa.

ALE vs DANILO – Alessandro e Danilo, due giovani talenti del vivaio biancoceleste con storie personali sempre intrecciate. Grandi amici fuori dal campo, si ritroveranno contro un’altra volta: mentre Murgia è sicuro di un posto da titolare, Cataldi potrebbe subentrare a gara in corso. Alessandro vs Danilo, due gemelli nati sotto il segno del Leone ma da sempre con l’Aquila nel cuore.

Marco Barbaliscia

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.