Tempo di lettura: 2 minuti

CALCIOMERCATO LAZIO GENNAIO – Eppur si muove! Quasi sempre insensibile al mercato di gennaio (unica importante deroga fu nel 2010 causa una classifica molto deficitaria, colpevole il termine ‘riparazione’ che non piace a Formello), la Lazio ha operato sempre pochissimo nella finestra invernale. Qualche uscita e pochissime operazioni in entrata fanno la storia recente del mercato di gennaio biancoceleste. Fino a qualche settimana fa l’eco che rimbalzava dalle stanze di Roma Nord era quello di cercare di accontentare chi finora ha trovato poco spazio, vedi Murgia, ma solo in prestito, e chi invece per scelta propria, Caceres, o del club, Basta, non rientra più nei programmi. Poi però c’è il campo. Quel giudice spietato che non sa mentire. Ormai è evidente a tutti che esiste un problema sulla fascia destra. Marusic ai box per i continui problemi alla schiena non ha mai convinto quest’anno e Patric ha palesato i suoi limiti in più occasioni.

UNA FASCIA SENZA PADRONE – Ecco perché dopo le parole di apertura da parte del Presidente Lotito, il Ds Tare sta lavorando per cercare di anticipare un’operazione già chiusa per giugno. Il Ds ama programmare e muoversi con grande anticipo. Prima si fa segnalare l’obiettivo dalla sua fitta rete di osservatori, nei Paesi Bassi ad esempio l’occhio attento è quello di Joop Lensen ex responsabile del settore giovanile biancoceleste rientrato a casa ma indiscusso talent scout (Hoedt, De Vrji….), poi va a vedere di persona, studia, conosce, porta a Roma ed alla fine decide solo se l’obiettivo è giusto per un club come la Lazio. Ecco perché la ricerca è lunga e raramente fallisce. Il lavoro è molto serio e certosino. Ora però c’è una necessità e radiomercato racconta che mister X sia già stato bloccato ma per giugno e che si stia tentando in tutti i modi di farlo arrivare a gennaio. Un’operazione necessaria visto che su altri ruoli si potrà aspettare la fine del campionato ma sul quinto di destra no. Inzaghi aveva in estate chiesto Lazzari della Spal, oggi valutato in Emilia 20 milioni. Il mister gradirebbe una pista italiana o comunque proveniente dal nostro calcio e in quest’ottica Darmian sarebbe perfetto. Zappacosta meno, visto l’ingaggio (3 milioni), ed il costo del cartellino pagato dal Chelsea. Sempre radiomercato racconta che arriverà dall’estero ma che non sarebbe italiano….Non resta che aspettare……

M.B.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.