LAZIO NAPOLI PAGELLE – Finisce con una sconfitta la settimana della Lazio. Dopo la qualificazione alla finale di Coppa Italia, gli uomini di Inzaghi cadono contro il Napoli di Sarri con una sonora sconfitta per 3-0. Ora, la Champions è lontana. Ecco le pagelle di Lazionews.eu:

Strakosha 5,5 – Fa il suo, come sempre. Incolpevole sul primo e sul terzo gol, esce in ritardo invece su Insigne nel 2-0. Per il resto è sempre pronto e reattivo;

Bastos 6 – In occasione del vantaggio del Napoli avrebbe dovuto accorciare, ma invece scappa dietro e Hamsik ha tutto il tempo per assistere Callejon. Per il resto fa una buona partita, dimostrando di essere un difensore molto affidabile;
Dal 7’st Hoedt 6,5 – Dimostra di essere un titolare. Bravissimo a non farsi superare nell’uno contro uno da Mertens, sfortunato perchè è andato vicino anche alla rete, che non arriva per centimetri;

Wallace 5,5 – Fa due errori importanti in fase di disimpegno nel primo tempo. Da uno dei quali si origina il gol di Callejon. Soffre la velocità degli attaccanti napoletani, ma compensa con un ottimo senso della posizione. Nella ripresa fa un intervento decisivo su Mertens;

Radu 4,5 – Si perde Callejon sull’1-0. È piazzato spesso male. Partita insufficiente;

Basta 4,5 – Viene messo sempre in mezzo. Non trova mai il tempo giusto per l’intervento e ha sempre paura ad andare in avanti. Quando lo fa, è sempre troppo lento;
Dal 14’st Patric 7 – Dà tutto per la maglia. Non si risparmia. Va vicino al gol e l’avrebbe anche fatto, se non fosse per il salvataggio sulla linea di Insigne. Viene ammonito per troppa foga;

Parolo 6 – Corre e si fa sentire parecchio. Dà una palla sontuosa per Immobile nel primo tempo, mentre nella ripresa si mette l’elmetto e fa il solito lavoro sporco;

Murgia 5,5 – Punto uno: non è Biglia. Punto due: giocare contro il Napoli e il suo possesso è una cosa difficile per tutti. Parte bene ma dà l’impressione che gli tremino le gambe. Sbaglia un paio di passaggi orizzontali e si limita fare la giocata scolastica;
Dal 7’st Keita 7 – Entra col piglio giusto. Da solo manda nel panico la difesa partenopea, rendendosi pericoloso fin da subito. Con un pizzico di cattiveria sarebbe potuto finire sul taccuino dei marcatori;

Milinkovic 6,5 – Sono sue le prime due occasioni del match, che fanno venire i brividi sulla schiena di Reina. Due tiri insidiosi, entrambi con il mancino, il suo piede debole. Ci prova in continuazione, anche di testa e di destro. Prende e dà tante ‘botte’, ingaggia duelli con chiunque gli si presenta vicino;

Lukaku 6,5 – Conferma positiva. Al contrario di Basta è una spina nel fianco del Napoli. Hysaj lo soffre tanto, quando prende velocità è imprendibile. Soffre invece in fase difensiva, ma leggere i movimenti di Callejon è davvero difficile;

Felipe Anderson 6,5 – Dargli un voto è sempre difficile. Ci prova, sempre e comunque. A inventare, a rendersi utile anche in fase di non possesso. Recupera tanti palloni e ne gioca altrettanti. La maggior parte bene, mentre alcune volte commette delle leggerezze.  Non arriva con la brillantezza giusta in area avversaria e non riesce a superare Reina;

Immobile 5,5 – Vuole segnare. Ha voglia e si vede. Ma i difensori lo contengono bene e non gli arrivano tanti palloni puliti. Fa il solito grande lavoro, ma questa sera non corre a esultare sotto la Nord;

All.: S.Inzaghi 6 – Non riesce nel miracolo. Il derby ha tolto molte energie, sia fisiche che mentali alla squadra. La Lazio non scende in campo con il solito atteggiamento e con la solita grinta, subendo passivamente le azioni manovrate del Napoli. Prova a cambiare le carte in tavola nella ripresa con Keita e Hoedt, ma il gol a freddo di Insigne si rivela una doccia gelata. Certo che poi sulla bilancia bisogna mettere anche le due assenze di De Vrij e Biglia, e non è poco.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.