LAZIO INTERVISTA PISCEDDA – Massimo Piscedda, attualmente responsabile e selezionatore della ‘B Italia’ (Italia Universitaria), è stato un ex calciatore della Lazio. In sei stagioni in biancoceleste, il difensore ha collezionato 97 presenze ed un gol. I tifosi lo ricordano per l’assist a Poli nella sfida play-out del 1987 contro il Campobasso: quella giocata salvò la Lazio dalla Serie C. Quest’oggi Piscedda è intervenuto ai microfoni di ‘RMC Sport’ per commentare la stagione dei capitolini: queste le sue dichiarazioni.

SULLA LAZIO – ““E’ tra le prime 5-6 squadre in Italia, se la gioca con Milan, Inter e Roma per il terzo posto. Per me può arrivare al terzo o al quarto posto, ha le possibilità per arrivare in Champions. Forse ha un vantaggio rispetto alle rivali”.

EUROPA LEAGUE – “Per la finale dipende anche dal sorteggio, il Salisburgo è una formazione che si può eliminare ma poi non bisognerà incrociare una squadra forte come l’Atletico Madrid”.

MILINKOVIC SAVIC – “Credo che il ragazzo debba essere lasciato in pace, far girare quelle valutazioni può influire anche sul suo rendimento. Bisogna lasciarlo tranquillo, è un talento ma deve ancora completarsi per diventare un top player”.

LEIVA – “Lo conobbi in un torneo a Sendai quando lui aveva 18 anni. Partecipammo con l’Under 19 italiana e battemmo il Brasile. Lui era il capitano di quella selezione, già si vedevano le sue qualità. Un plauso a chi l’ha preso, l’affare è stato prendere Leiva dopo aver ceduto Biglia”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.